Genio e sregolatezza, Castan racconta Nainggolan: “a Roma lasciava lo spogliatoio per andare a fumare”

Il difensore brasiliano ha rivelato alcune delle cattive abitudini di Nainggolan, che abbandonava gli spogliatoi giallorossi per andare a fumare

Non è più un mistero ormai che a Nainggolan piaccia fumare, per questo motivo non fanno più tanto rumore le parole dei suoi ex compagni sulle cattive abitudini del Ninja.

Nainggolan
Enrico Locci/Getty Images

L’ultimo a rivelare i vizi di Radja è Leandro Castan nel corso di una diretta Instagram con Goal.com, durante la quale ha rivelato come il belga lasciasse lo spogliatoio per andare a fumare: “arrivò dal Cagliari e all’epoca sapevo poco di luiProprio nella sua prima partita però, lo vidi superare un avversario con grande classe per poi dare il via ad un’azione offensiva e li capii che era un giocatore di calibro importante. È un ottimo giocatore, ma sfortunatamente ha avuto a che fare con molte polemiche. Quando era a Roma, lasciava lo spogliatoio per fumare con un assistente, faceva quello che gli piaceva e non gli importava di cosa potesse pensare la gente, ma una poi avrebbe risposto dove contava, ovvero sul campo. È stato fantastico giocare al suo fianco”.