Gianni Infantino
Foto Getty / Elsa

Tutte le federazioni calcistiche mondiali sono al lavoro per trovare un’intesa per quanto concerne calendari, calciomercato e contratti con i calciatori. A tal proposito è intervenuto anche il presidente della Fifa Gianni Infantino, il quale ha chiarito quale sia la posizione del massimo organo calcistico mondiale in questo momento caratterizzato dal Coronavirus.

Per quanto concerne il problema dei contratti in scadenza a fine giugno, con i campionati che non si completeranno entro quella data, Infantino crede si debba “estendere la durata dei contratti fino al momento in cui realmente si chiuderà la stagione calcistica. Per i contratti il cui inizio era previsto all’inizio della prossima stagione invece, l’entrata in vigore di questi accordi va posticipato al reale avvio dell’annata calcistica”.

In chiave calciomercato invece la sessione che verrà “sarà flessibile e consentirà di posticipare le finestre di mercato tra la fine della stagione corrente e l’inizio della prossima. Inoltre cercherà di assicurare, laddove possibile, un livello generale di coordinamento e terrà conto della necessità di proteggere la regolarità, l’integrità e il corretto svolgimento delle competizioni per far sì che i risultati sportivi non vengano ingiustamente alterati”.