totti
Emilio Andreoli/Getty Images

L’Italia sta affrontando un periodo davvero difficile, con l’allarme Coronavirus che sta costringendo tutto il paese, diventato interamente ‘zona rossa’, a rimanere a casa. Anche lo sport adesso è ufficialmente bloccato, fino al 3 aprile, ma gli appassionati potranno ancora seguire le imprese dei campioni nelle sfide europee, con Champions ed Europa League.

Totti
Giampiero Sposito/Getty Images

E’ un momento difficile, in cui c’è da avere paura. Dobbiamo restare uniti, da Nord a Sud, sperando che trovino al più presto il vaccino. Sta poi a chi ha il potere comunicare che adesso occorre chiudere tutto, dispiace per l’economia ma la salute viene prima di ogni altra cosa. Il campionato? Va fermato, non è giusto che il calcio sia aperto e il bar chiuso, è surreale e non serve a niente. O chiudi tutto o lasci tutto aperto. Certo, anche lo stop al calcio sarebbe un danno economico non da poco, soprattutto se contiamo anche la Champions, l’Europa League e l’Europeo. Non è una decisione facile, però va presa“, questo il messaggio speciale di Francesco Totti alla ‘rosea’.

L’ex capitano giallorosso sarà preso protagonista di un nuovissimo reality, realizzato da Amazon Original, “Celebrity Hunted – Caccia all’uomo“, ma alla vigilia del primo appuntamento non ha nascosto un particolare desiderio di ritorno in giallorosso. “Sono due versioni differenti di me. Scegliere di restare a Roma per sempre è stato amore puro, la strategia non serviva. Qui sì, per non farsi prendere. E’ stato divertente, ma mica facile. C’è stato un momento in cui sono stato davvero vicino ad andare via, ma non parlatemi di fughe. E’ una questione di rispetto verso i tifosi e la maglia, non lo avrei mai fatto, non avrei mai tradito una società che mi ha dato tanto. Se dovesse arrivare una telefonata da Friedkin? Beh, sicuramente ci parlerò. Poi valuterò, nella vita mai dire mai…“.