Kyrie Irving
Foto Getty / Al Bello

L’improvviso addio di coach Kenny Atkinson, che nei giorni scorsi ha rescisso consensualmente con i Brooklyn Nets, ha dato vita a numerose speculazioni: possibile che Kyrie Irving abbia forzato la situazione? DeAndre Jordan in una recente intervista ha dato il suo parere su tali rumor, giudicandoli infondati: “ho sempre detto e pensato che coach Atkinson ha fatto un grande lavoro con noi, tutti i ragazzi in spogliatoio erano molto affezionati a lui e sarà dura abituarsi a non averlo più con noi. Sappiamo bene come la NBA sia un business: i giocatori vengono tagliati, gli allenatori licenziati, vengono messe in piedi trade all’ultimo momento. È così che funziona questa lega. Sono una delle persone più vicine in spogliatoio a Kyrie, ma in questa squadra anche Wilson Chandler è un nuovo giocatore, così come Garrett Temple ad esempio. Siamo tutti arrivati la scorsa estate, per questo quando fate riferimento ai fantomatici ‘volti nuovi’, dovete tenere conto che in questo roster sono cambiati otto giocatori negli ultimi mesi. Credo che, rispetto a tutto quello che è stato detto o scritto, le supposizioni che fanno la colpa a Kyrie e KD sono soltanto delle cazzate“.