Superbike
Quinn Rooney/Getty Images

L’emergenza Coronavirus continua e il mondo dello sport non può rimanere impassibile, considerando anche le misure di prevenzione assunte dai vari governi. La decisione del Qatar di vietare l’ingresso ai cittadini italiani non ha causato solo l’annullamento del Gran Premio di MotoGp, ma anche del Round di Superbike, come annunciato oggi da FIM e Dorna con un comunicato.

Coronavirus
Ezra Acayan/Getty Images

FIM e Dorna WSBK Organization sono spiacenti di comunicare che il Round Acqua Lauretana del Qatar del Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike sarà posticipato a data da destinarsi” si legge nella nota. “A causa dell’emergenza globale legata alla diffusione del coronavirus il Qatar ha deciso di adottare delle misure che riguardano gli ingressi aerei nel Paese che in primo luogo riguardano chi arriva dall’Italia. Tutti coloro che provengono dall’Italia o che sono transitati sul suolo italiano nelle ultime due settimane saranno sottoposti direttamente a un periodo di quarantena della durata minima di 14 giorni. La presenza italiana nel WorldSBK sia in pista che fuori è fondamentale e quindi per questo motivo è stato deciso di posticipare il Round Acqua Lauretana del Qatar a data da destinarsi“.