Francesca Dallapè
Foto Getty / Al Bello

Brutta disavventura capitata a Francesca Dallapè nella notte di ieri. La tuffatrice azzurra stava rientrando a casa, quando si è imbattuta in due ladri che erano entrati furtivamente nella sua abitazione a Villamontagna, periferia di Trento. Come riportato da TGR Rai Trento, la Dallapè teneva la figlia in braccio quando si è imbattuta nei due uomini, cadendo a terra dallo spavento. Francesca Dallapè ha riportato ferite alla spalla e al fianco, ma fortunatamente la figlia è rimasta illesa.

Francesca Dallapè ha raccontato la vicenda su Instagram: “ieri sera, rientrando in casa con mia figlia Ludovica, mi sono trovata a vivere un momento di grande terrore. Aprendo la porta, al buio ho trovato due sagome… non riesco nemmeno a descrivere ciò che ho provato in quel momento. Una paura devastante, ma avendo mia figlia in braccio, per fortuna lo spavento si è trasformato in forza e ho reagito per proteggerla. Ho urlato tantissimo, a pieni polmoni, per farmi sentire e sperare che loro andassero via. Nel frattempo sono scappata il più veloce possibile, ma purtroppo nella corsa disperata sono caduta e per far sì che non si facesse male Ludovica, le ho fatto da scudo e mi sono procurata delle contusioni che ancora non so definire quanto incideranno nella mia carriera!

Nel frattempo con i miei urli i ladri sono andati via ed io sono rientrata in casa. Non vi descrivo il disastro, tutto sotto sopra, mi sono sentita violata nella mia intimità, ma la cosa più brutta è stato scoprire cosa avevano portato via… le medaglie più importanti della mia carriera: 8 ori europei, 2 argenti mondiali e la medaglia olimpica… tutte quante!!!! Mi sono sentita portare via tutto… la fatica, anni di lavoro duro, i miei ricordi e momenti di gioia ed emozione. Quelle medaglie non hanno alcun valore economico ma hanno un valore affettivo, morale… le custodivo con gelosia in un cofanetto…“.