Atletica, tutto pronto per l’ISTAF indoor di Berlino: in gara anche Fofana e Di Lazzaro nei 60 hs

Gli ostacolisti azzurri vanno alla ricerca di nuovi progressi stagionali, in una tappa di avvicinamento agli Assoluti indoor di Ancona del 22-23 febbraio

SportFair

Davanti ai 12.500 spettatori annunciati all’ISTAF indoor di Berlino, tornano in pista nei 60hs Hassane Fofana (Fiamme Oro) ed Elisa Maria Di Lazzaro (Carabinieri). Venerdì 14 febbraio gli ostacolisti azzurri vanno alla ricerca di nuovi progressi stagionali, in una tappa di avvicinamento agli Assoluti indoor di Ancona del 22-23 febbraio. Sabato scorso a Torun, in Polonia, Fofana si è portato a 7.73, a sette centesimi dal primato personale firmato due anni fa.

In una caldissima Mercedes Benz Arena troverà come avversari il greco da 7.59 in stagione Konstantinos Douvalidis e il francese bronzo mondiale ed europeo in carica Aurel Manga, 7.68 nel 2020. Di Lazzaro potrebbe correre per due volte, se in batteria sarà in grado di guadagnare la finale, per la quale si battono atlete di primissima fascia: dalla nigeriana Tobi Amusan seconda al mondo quest’anno (7.84), al drappello di forti europee tra cui l’olandese Nadine Visser e le tedesche Cindy Roleder e Pamela Dutkiewicz. L’azzurra è reduce dal successo tricolore under 23 di Ancona e vuole migliorare l’8.32 corso fin qui. Dal fronte azzurri, come già noto, ha rinunciato per precauzione al meeting di Berlino Claudio Stecchi (Fiamme Gialle) dopo il fastidio a un bicipite femorale avvertito martedì in riscaldamento a Lodz.

TRIPLO – Nell’impianto francese di Val-de-Reuil, in Normandia, intitolato a Jesse Owens, Ottavia Cestonaro va in pedana venerdì 14 febbraio per una nuova uscita nel triplo, con l’obiettivo di allungare il 13,36 d’esordio ad Ancona e il 13,33 di domenica scorsa a Metz, in Francia. L’azzurra dei Carabinieri incontra la greca campionessa europea di Berlino 2018 Paraskevi Papachristou e la portoghese Patricia Mamona, già 14,22 nel 2020. Nella scorsa stagione, Cestonaro ha superato i quattordici metri all’aperto, agli Europei a squadre di Bydgoszcz (14,18), mentre nelle gare indoor ha un personale di 13,57 che risale al 2017.