Danilo Gallinari
AP/LaPresse

E’ la notte degli italiani in NBA, Danilo Gallinari e Nicolò Melli lasciano il segno nelle vittorie di Oklahoma e New Orleans, mettendo a referto ben 50 punti in due. Il Gallo si esalta sul parquet dei Wolves, trascinando OKC al dodicesimo successo nelle ultime quindici gare, segnando 30 punti (nuovo massimo in stagione) con 8/12 al tiro, 3/4 dalla lunga distanza. Trentatré minuti perfetti per Gallinari, che oscura anche la stella di Chris Paul, vestendo i panni dell’MVP della propria franchigia. I Thunder chiudono alla fine con il risultato di 104-117, frutto anche della prima tripla doppia in carriera di Shai Gilgeous-Alexander, abile a mettere a referto 20 punti, 20 rimbalzi e 10 assist.

Serata da ricordare anche Nicolò Melli, protagonista anche lui nel successo esterno dei Pelicans sul parquet dei Pistons. L’azzurro torna in quintetto per la quarta volta quest’anno e si esalta, segnando 20 punti con 7/11 al tiro, due triple e tre rimbalzi a referto. Si tratta del personal best per Melli, che chiude per la quinta volta la doppia cifra. Una prestazione splendida, che permette a New Orleans di imporsi 110-117 nonostante le assenze di a Ingram, Holiday, Redick e Favors oltre a Williamson.

Niente da fare per Philadelphia al cospetto di Indiana, i Pacers infatti superano i proprio avversari per 101-95, ottenendo così la seconda vittoria consecutiva. Non bastano ai Sixers i 47 punti della coppia Simmons-Richardson per evitare il ko, il terzo nelle ultime cinque partite giocate. Vince davanti al proprio pubblico anche Boston, che non lascia scampo a Chicago stendendola 113-101.

Nessun problema per i Lakers nella sfida che chiude il programma della notte, i giallo-viola annientano in casa i Cleveland Cavaliers, in una sfida molto sentita per LeBron James. Il Prescelto si presenta in campo nonostante qualche linea di febbre, facendo vedere tutte le proprie qualità. LeBron chiude con 31 punti e 8 assist in 33 minuti una gara al limite della perfezione, che permette ai Lakers di centrare il 33° successo in 40 partite di regular season. Vittorie pesanti infine per Portland e Orlando Magic, che si sbarazzano rispettivamente di Charlotte e Sacramento.

risultati nba