NBA – Zion Williamson pronto al debutto: “questa notte non dormirò. Volevo tirare un pugno al muro perché…”

Zion Williamson pronto al debutto in NBA: l’infortunio è alle spalle, il rookie dei Pelicans si dice pronto a prendersi la scena

Onestamente, non so se riuscirò a dormire. Sarò troppo eccitato nel pensare alla mia prima partita NBA”. Nelle parole di Zion Williamson c’è tutta l’emozione prima della grande notte, quella del debutto in NBA. A differenza degli altri rookie, il prodotto di Duke esordirà solo a metà a stagione a causa di un lungo infortunio che lo ha tenuto fuori dall’ultima gara fino ad oggi.

Nella gara contro i San Antonio Spurs in programma nella notte italiana, la first pick del Draft 2019 esordirà ufficialmente e potrà iniziare la sua carriera fra i grandi: “questa è la mia prima partita NBA. Si tratta di business ora. È bellissimo. La città è bella e le persone che ci vivono lo sono altrettanto. Mi stanno dando il benvenuto, sento come se mi avessero adottato. Mostrano affetto ovunque vado e mi dicono che non vedono l’ora di vedermi sul campo. Molte volte avrei voluto tirare un pugno al muro o dare un calcio a una sedia perché è frustante. È difficile non muovere il proprio corpo come vorresti o non compiere gesti atletici. Specialmente perché ho solo diciannove anni e non ho ancora debuttato in NBA. È stato difficile ma ho combattuto. Abbiamo attraversato un momento difficile, ma le cose sono ora cambiate. Tutti giocano meglio, e io non vedo l’ora di inserirmi e divertirmi”.