AFP/LaPresse

Il 2019 è stato un anno speciale per il nuoto azzurro: prima i Mondiali di Gwangju e poi gli Europei in vasca corta a Glasgow hanno regalato emozioni unche per gli appassionati del nuoto che hanno potuto festeggiare per delle vittorie davvero incredibili e uniche.

L’Italia del nuoto, dunque, ha i suoi promossi e bocciati. Ecco quindi i TOP e FLOP di SportFair:

TOP:

Gian Mattia D’Alberto – LaPresse

Federica Pellegrini: la Divina non può che stare tra le promosse. La campionessa italiana è la nuotatrice dell’anno, grazie al suo oro nei 200 stile libero conquistato ai Mondiali in Corea del Sud a 31 anni e all’argento negli Europei in vasa corta. Federica Pellegrini impegnata anche nel mondo dello spettacolo, con Italia’s Got Talent, innamoratissima della sua cagnolina, non perde la concentrazione. Un anno stellare in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020, la sua ultima rassegna a cinque cerchi della carriera.

benedetta pilato
Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

Benedetta Pilato: la baby campionessa ha lasciato tutti a bocca aperta, conquistando il titolo di vicecampionessa del mondo nei 50 rana a soli 14 anni. La giovanissima ha poi sbaragliato la concorrenza nella rassegna europea in vaca corta, mettendosi al collo il suo primo oro tra le grandi, lasciandosi alle spalle la connazionale Carraro. Un 2019 da sogno in attesa di un futuro sempre più brillante.

settebello
AFP/LaPresse

Settebello: la Nazionale italiana di pallanuoto ha conquistato il titolo iridato a Gwangju, otto anni dopo l’ultima medaglia d’oro tricolore. L’Italia ha travolto la Spagna in finale, dopo un percorso fantastico, mantenendo sempre la concentrazione portando a casa il quarto titolo Mondiale della storia italiana, con un’impresa da favola.

FLOP:

Gabriele Detti: nel 2019 il nuotatore azzurro non è riuscito a brillare. Solo quinto negli 800 stile libero ai Mondiali di Gwanju, Detti ha portato a casa solo un bronzo iridato, nei 400 sl. Anche agli Europei in vasca corta, Detti non è riuscito ad andar oltre il terzo posto nei 400 stile liber, senza riuscire a brillare. Riuscirà a riscattarsi nell’anno delle Olimpiadi di Tokyo?

Ilaria Cusinato: protagonista più per i suoi continui cambi di allenatore che per i risultati ottenuti in vasca. La giovane azzurra ha ottenuto un bronzo nei 400 misti agli Europei in vasca corta nella speranza di migliorarsi nel futuro.

Setterosa: se la Nazionale maschile ha portato a casa una medaglia d’oro storica, le donne della pallanuoto non ce l’hanno fatta a brillare ai Mondiali di Gwangju, chiudendo la rassegna iridata solo al sesto posto. Il 2019 ha dato dunque tanto a cui pensare al Setterosa, soprattutto in ottica Olimpiadi.

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE