schwazer
LaPresse/Xinhua

Alex Schwazer torna ad allenarsi: le sensazioni dell’atleta altoatesino sul caso doping che lo vede coinvolto

Non è ancora stata fatta del tutto luce sul caso Schwazer, ma sembra esserci uno spiraglio per l’alteta altoatesino, squalificato fino al 2024 per recidiva al doping. Il Gip ha infatti riconosciuto la possibilità di un complotto contro Schwazer, che dunque confida adesso nella giustizia e nell’annullamento della pena. Intato, l’azzurro ha deciso di tornare ad allenarsi, con Tokyo 2020 come obiettivo: “premettendo che avevo sempre detto che con 8 anni di squalifica non sarei mai tornato a gareggiare, adesso dico che torno a marciare. Il gip ha validato le e-mail dove si evince il complotto e quindi tecnicamente possiamo fare ricorso per sospendere la squalifica“, ha dichiarato all’AGI.

Schwazer
LaPresse/Daniele Montigiani

Per il momento si parla di richiesta di sospensione della squalifica poi, se la Corte federale svizzera si pronuncerà favorevolmente, presenteremo la richiesta per cessazione della squalifica che comunque dovrà essere presa, a seguito del nuovo procedimento, dal Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna. Oggi per il Tas il mio caso è chiuso ma perchè non potrebbe esserci una svolta? Sinceramente non mi aspettavo tutto questo trambusto. Serve prudenza perchè pochissimi ricorsi, 3-4 su oltre cento casi non solamente di doping ma anche di calcio o altri sport, sono stati accettati dalla Corte svizzera. Non dico andiamo a Tokyo ma dico proviamo questa strada“, ha concluso Schwazer.