Orsolini
Lapresse

L’esterno rossoblù ha parlato del suo esordio con gol con la maglia dell’Italia, soffermandosi poi su Ibrahimovic

Riccardo Orsolini difficilmente dimenticherà il match tra Italia e Armenia, coincisa con l’esordio in maglia azzurra, bagnato anche da un gol e un assist.

Orsolini
Lapresse

Una serata magica, destinata a rimanere impressa nella mente del giocatore del Bologna: “tra il primo e il secondo tempo il mister mi ha detto di scaldarmi subito che probabilmente sarei entrato in campo” le parole di Orsolini a Sky Sport. “Da qual momento mi sono un po’ agitato, mi sono scaldato in fretta, poi mi ha fatto entrare. Dal momento che sono entrato in campo si sono verificate cose molto piacevoli per me: dal rigore procurato al gol, fino all’assist per Chiesa. È stata una serata pazzescamagica. Spero sia solo l’inizio. A fine partita l’ho ringraziato per l’opportunità che mi ha dato, poi ci siamo salutati e mi ha detto ‘mi raccomando’. Una spinta in più per continuare a fare bene. Ho fatto delle prestazioni un po’ altalenanti nell’ultimo periodo, ma sono consapevole che sono dei momenti e che dunque passano. L’importante è reagire e affrontare le difficoltà con lo spirito giusto“.

ibrahimovic
LaPresse/Spada

L’esterno rossoblù poi ha parlato di Mihajlovic: “l’ho sentito poco, so che sta bene e presto lo rivedremo: in questo momento è la cosa più importante. È stato veramente uno dei primi che mi ha dato davvero fiducia, che ha fatto sì che mi completassi come giocatore anche se devo ancora migliorare, mi ha dato la possibilità di sbagliare; non tutti hanno pazienza con i giovani. Lui con me è stato molto paziente, mi ha aspettato e cercherò di ripagare la sua fiducia nel miglior modo possibile. Ibrahimovic? Sarebbe bello, è un campione. E a questa squadra farebbe comodo. Se venisse al Bologna sarebbe accolto a braccia aperte“.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE