Dovizioso
Alessandro La Rocca/LaPresse

Alla vigilia del weekend del Gp della Malesia, Andrea Dovizioso sottolinea i problemi della Ducati in stagione legati alla velocità e al distacco da Marquez

Archiviato un deludente settimo posto nel Gp d’Australia, Andrea Dovizioso si approccia al Gp della Malesia con tanta voglia di riscatto. Il pilota forlivense ha chiuso il discorso legato alla seconda posizione sul podio nonostante i problemi di velocità della Ducati che non ha mai nascosto.

dovizioso
AFP/LaPresse

In conferenza stampa Dovizioso ha sottolineato ancora una volta: “in merito alla gara in Australia obbiamo pensare a quel è il distacco finale. Ho lottato con Bagnaia e Jack Miller fino all’ultima curva, poi ho fatto quell’errore nell’ultimo giro. La posizione c’era, il punto è il distacco superiore all’anno scorso, non possiamo essere soddisfatti. Negli ultimi 10 minuti abbiamo finito le gomme, è conseguenza dello stile di guida. Ci sono stati tanti alti e tanti bassi nella stagione, abbiamo sofferto molto rispetto alle ultime due stagioni, ma siamo soddisfatti della seconda posizione. Il distacco da Marquez è enorme, in questo momento è difficile capire come fermarlo. In questa stagione è andato meglio rispetto al passato. Quella della Malesia non è una delle migliori gare per noi, il pomeriggio è umido e noi facciamo meglio sull’asciutto. Le condizioni possono essere variabili comunque. Non abbiamo la stessa velocità dell’anno scorso, all’inizio della gara con le gomme nuove e nelle prove libere. Siamo in difficoltà nell’elaborare una strategia. Sono riuscito a gestire nelle gare questo aspetto, sono rimasto calmo se non avevo il passo e a tenere buoni tempi sul giro recuperando poi posizioni in gara, ma abbiamo bisogno di qualcosa di meglio.

dovizioso
Costanza Benvenuti – LaPresse

Riflessioni su come ridurre il distacco da Marquez? Tutti lavoriamo al 100% indipendentemente dai risultati. In questo momento è difficile capire cosa fare perchè il divario è impressionante. Dopodichè tutto è possibile, in questi anni l’abbiamo visto quando c’è stata una lotta più ravvicinata. C’è sempre questa possibilità ma ogni anno fa storia a sè. Io so cosa vorrei fosse diverso, ma riuscire a ottenere questi risultati dalla moto e dal proprio stile di guida è dura, ci provano tutti. Ogni gara è il risultato dello sforzo di squadra, ingegneri, meccanici. Ci proviamo. Se pensassimo non fosse possibile non parteciperremo ad alcuna gara in futuro.

Costanza Benvenuti – LaPresse

Chi finirà a podio fra i piloti dietro di me? Credo sarà un bello spettacolo fino alla fine. Rins ha avuto alti e bassi. Con Danilo Petrucci non si sa mai, dipende dalle condizioni, ci proverà fino in fondo. Credo che le Yamaha siano forti in questo momento e ci proveranno fino in fondo. Dico Maverick Vinales, ma io vorrei ovviamente Danilo Petrucci anche se sarà difficile per questi due tracciati.

Intervistato ai microfoni di Sky Sport, Dovizioso ha aggiunto: “la gente spera in una mia vittoria in Malesia come in passato? Mi fa piacere, ma si dimenticano che abbiamo vinto solo nell’acqua. È ben diverso sull’asciutto in gara, quando fa caldo non siamo riusciti ad essere competitivi. Nei test della mattina, col fresco siamo veloci“.