roberto mancini
Massimo Paolone/LaPresse

Roberto Mancini a 360 gradi: dal Derby d’Italia alle scelte per le sfide di qualificazione ad Euro2020 contro Grecia e Liechtenstein

La Serie A si ferma per dare spazio alla Nazionale di Roberto Mancini, che sfiderà la Grecia sabato per le qualificazioni ad Euro2020. Il ct azzurro è pronto per mettersi al lavoro con i suoi giocatori in vista del match e oggi ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa dal ritiro di Coverciano.

roberto mancini
Massimo Paolone/LaPresse

Manicini ha commentato il Derby d’Italia di ieri sera, durante il quale si è infortunato anche un suo uomo, Stefano Sensi: “è stata una bella partita, intensa e con giocatori bravi. Sono gare diverse dalle altre. I ragazzi sono migliorati, stanno giocando quasi tutti, gli allenatori ci puntano e possono avere un futuro nei club e nella nazionale. Dopo la prima gara dell’Under 21 in Irlanda, Tonali verrà da noi. Probabilmente non chiameremo nessuno, a meno che qualcuno non stia bene tra oggi e domani“.

roberto mancini
Massimo Paolone/LaPresse

Il ct azzzurro ha poi aperto una parentesi sulla foga dei tifosi italiani, prendendo spunto dalle recenti affermazioni di Antonio Conte: “ogni Paese ha il suo modo di vivere il calcio, In Italia si vive con più passione, a volte esagerando, questo in Inghilterra non accade. Si vivono situazioni diverse, se si torna in Italia lo sappiamo. Il nostro modo di vivere una gara di calcio e’ diversa. Tittavia, è difficile parlare su una cosa che lui pensa, io ho lavorato in varie parti ed ho capito che ogni nazione ha il suo modo di vivere“.

roberto mancini
Fabio Ferrari/LaPresse

Mancini ha poi aperto una parentesi su Balotelli e De Rossi: “Mario mi sembra che non stia benissimo fisicamente, tecnicamente fa sempre cose ottime come fatto vedere contro il Napoli. Vedremo più avanti. Per Daniele volevamo fare la stessa cosa di Buffon quando abbiamo giocato a Torino con l’Olanda. Ci faceva piacere dare a giocatori campioni del mondo e fondamentali per la Nazionale un’occasione per salutare i tifosi. Abbiamo fatto lo stesso con De Rossi, ma Daniele è infortunato, non ha giocato l’ultima gara, vediamo più avanti e se ci sarà possibilità volentieri“.

Infine, sulla novità della maglia verde ha concluso: “io preferisco l’azzurro. Io sono abituato all’azzurro e al bianco. Sono un po’ old fashion sulle maglie. Vediamo come funzionerà in campo“.