LaPresse/Reuters

Il presidente della Fifa ha espresso la propria soddisfazione per l’aiuto concesso dal VAR ai direttori di gara, ammettendo di aver cambiato idea a riguardo

Gianni Infantino si è letteralmente innamorato del VAR, dimenticando lo scetticismo che lo accompagnava prima di questa rivoluzione. Il numero uno della Fifa ha parlato in occasione dell’incontro “Il Calcio e i Mondiali” nell’ambito del Festival dello Sport di Trento, esprimendo il proprio punto di vista al riguardo: “grazie al Var il calcio è più bello, più pulito, più giusto. Ho cambiato idea, ero abbastanza scettico. Dopo la mia elezione a presidente della Fifa mi sono detto: perché non provare? Il 5 marzo 2016 abbiamo deciso di farlo seriamente, non a metà. Con la nostra squadra e con Pierluigi ci siamo messi al lavoro, e mi sono reso conto che aiuta. Il lavoro dell’arbitro è difficilissimo, sono degli eroi e vanno aiutati con uno strumento come il Var che non snatura il gioco, questa era la mia preoccupazione“.