photo4/Lapresse

Il team principal della Mercedes ha analizzato i risultati ottenuti da Hamilton e Bottas nella prima giornata di libere, ammettendo di essere in ritardo

Non è andata certamente bene la prima giornata di libere in Messico per la Mercedes, nonostante il primo posto ottenuto nelle FP1 da Lewis Hamilton.

photo4/Lapresse

Il crono fatto segnare dal britannico è arrivato con gomme rosse, mentre Leclerc ha chiuso ad un decimo con le gialle, uno pneumatico meno prestazionale. Elementi che hanno fatto scattare l’allarme nel box delle Frecce d’Argento, spingendo Toto Wolff ad una delicata analisi: “abbiamo avuto delle difficoltà, con una macchina non abbastanza competitiva. Non sarà facile cercare di far durare le gomme il più a lungo possibile. Saranno i nostri rivali davanti a gestire il passo e cercheranno di farlo fino alla fine. Sapevamo fin dall’inizio che questa sarebbe stata una pista difficile per noi, una delle più complicate di tutto il calendario. Dobbiamo cercare di lavorare ancora sulle prestazioni: se lo scorso anno abbiamo sofferto molto il graining, questa volta ci manca invece qualcosa a livello di motore”.