Il Torino cede al Lecce, Mazzarri deluso: “abbiamo sbagliato tutto, chiedo scusa ai tifosi”

Marco Alpozzi/LaPresse

Walter Mazzarri deluso per il ko del Torino contro il Lecce di ieri sera: le parole del tecnico granata

Un ko amaro, quello di ieri sera all’Olimpico-Grande, per il Torino, nel posticipo della terza giornata del campionato 2019/20 di Serie A. I granata hanno ceduto 1-2 al Lecce, che ha conquistato i primi tre punti in campionato. Una prestazione,quella del Torino, che non è di certo piaciuta a Walter Mazzarri:è stata una partita in cui abbiamo sbagliato tutto, chiedo scusa ai tifosi che, loro sì, sono stati eccezionali. Abbiamo sbagliato la preparazione, e purtroppo non ci hanno aiutato i nazionali che sono arrivati all’ultimo. Abbiamo sbagliato l’approccio mentale: non ho fatto capire ai miei giocatori che il Lecce è una squadra che corre. La colpa è mia“, ha dichiarato il tecnico granata nel post partita.

Marco Alpozzi/LaPresse

La mia squadra di esperienza ne ha fatta in questi anni, bastava concentrarsi su quello che abbiamo sempre fatto e sarebbe venuta fuori un’altra partita. Non esiste prendere gol come è successo in occasione di quello di Farias. Ma il Lecce poteva farci anche il secondo e il terzo gol. No, le mie squadre non giocano così. Sono deluso. C’era più il rigore su Belotti di quello dato su Zaza. Il Var? Gli episodi giudicateli voi I rigori per me c’erano tutti e due, ma commento solo la prestazione. Se poi ne parlo, mi dicono che cerco le scuse. Non possiamo attaccarci a questo, noi abbiamo un’identità. Forse dovevo fare più terrore ai giocatori. Siamo stati irriconoscibili“, ha continuato Mazzarri.

Marco Alpozzi/LaPresse

Io non voglio dare le colpe ai giocatori, ripeto, la colpa è solo mia. Abbiamo sbagliato tutto: dal pressing alla circolazione di palla, non sapevamo nemmeno più battere i calci da fermo, su cui siamo molto bravi. Oggi la mia squadra non è stata in campo come doveva. Avevo deciso di premiare la stessa squadra che ha battuto l’Atalanta in casa loro, ma oggi in campo sembravano esserci i loro fratelli. Compreso me stesso. Oggi non ci sono alibi, serata da cancellare: abbiamo sbagliato la partita. Tutti, io per primo, perché tocca a me fare le scelte. E le ho sbagliate“, ha concluso.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (35157 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery