Tiro con l’Arco, Mauro Nespoli e Sergio Pagni rappresenteranno l’Italia nella finale di World Cup a Mosca

Saranno 32 in totale gli atleti qualificati, 8 per ogni divisione (maschile e femminile), che si sfideranno davanti al pubblico del Luzhniki Stadium

Gli azzurri Mauro Nespoli e Sergio Pagni saranno i rappresentanti italiani nella finale di World Cup che si disputerà a Mosca, in Russia, davanti al Luzhniki Stadium. Sono 32 in totale gli atleti qualificati, 8 per ogni divisione (maschile e femminile). Ieri l’arrivo degli arcieri italiani, stasera i sorteggi per comporre il tabellone degli scontri diretti e domani le prove di tiro sul campo delle finali. Venerdì si disputeranno i match (dai quarti alle finali) della divisione compound con Sergio Pagni in campo nel pomeriggio. Sabato si chiude con la competizione dedicata all’arco olimpico che vedrà Nespoli in campo dopo le ore 17.

A conclusione di una stagione lunghissima che aveva come appuntamenti clou i Mondiali in Olanda e i Giochi Europei di Minsk dove erano in palio i pass per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, è giunto il momento dell’ultimo grande evento internazionale: la Hyundai Archery World Cup Final.
La Finale del circuito Coppa del Mondo per la prima volta approda a Mosca e sul campo di gara allestito davanti al Luzhniki Stadium saranno in gara i migliori 8 arcieri del mondo della divisione olimpica e compound, maschile e femminile, per un totale di 32 arcieri, qualificati attraverso le prestazioni fornite nelle precedenti tappe di Medellin (Col), Shanghai (Chn), Antalya (Tur) e Berlino (Ger).

I FINALISTI DEL RICURVO MASCHILE
L’Italia ancora una volta avrà le sue chance di podio nella finalissima. Per il secondo anno consecutivo Mauro Nespoli si è guadagnato l’atto conclusivo della manifestazione a tappe tra gli atleti del ricurvo. L’Olimpionico dell’Aeronautica Militare staziona al 6° posto del ranking mondiale e nelle precedenti tappe ha chiuso con il 4° posto individuale ad Antalya, dove ha anche vinto l’argento a squadre con Marco Galiazzo e David Pasqualucci e, successivamente, ha conquistato il bronzo individuale e a squadre miste nella quarta tappa a Berlino: risultato che gli ha portato i punti necessari per entrare nel novero degli 8 finalisti di Mosca, con l’intento di migliorare la sesta posizione dello scorso anno a Samsun (Tur).
Per Nespoli è stata una stagione eccellente, considerando il 4° posto ai Mondiali di ‘s-Hertogenbosch che è valso il pass per Tokyo 2020 e il bronzo mixed team con Vanessa Landi conquistato sempre nella rassegna iridata. Poi è andato a vincere l’oro individuale e a squadre miste con Lucilla Boari ai Giochi Europei di Minsk, un oro che vale anche il pass Olimpico italiano al femminile, oltre al bronzo con la squadra maschile con Marco Galiazzo e David Pasqualucci.
Nella sfida moscovita Nespoli troverà il campione del mondo Brady Ellison (Usa), vittorioso in coppa a Medellin e Antalya e favorito per la vittoria finale; il giovane Mete Gazoz (Tur), vincitore della tappa di Berlino; gli olandesi Sjef van den Berg (7° nel ranking mondiale) e Steve Wejler (3° nel ranking mondiale); l’Olimpionico sud coreano Kim Woojin (2° nel ranking mondiale) e il connazionale Bae Jaehyeon (22° nel ranking mondiale) che ha preso il posto di altri due sudcoreani che avevano rinunciato alla partecipazione: Lee Soo Seok e Lee Seungyun. A chiudere il novero dei finalisti l’atleta di casa russo, Artem Maknhenko, 23enne e numero 23 del ranking, qualificato d’ufficio come atleta del paese ospitante.

LE FINALISTE DEL RICURVO FEMMINILE
L’Italia non ha qualifIcato atlete nel concorso femminile. Saranno in gara Tan Ya-Ting (Tpe), Kang Chae Young (Kor), Tomomi Sugimoto (Jpn), An Qixuan (Chn), Zheng Yichai (Chn), Ksenia Perova (Rus), Melanie Gaubil (Fra) e Sayana Lee (Rus).

I FINALISTI DEL COMPOUND MASCHILE
Nel compound l’Italia scenderà in campo con il “Re di Coppa” Sergio Pagni, n.7 del ranking mondiale, che ha già vinto il trofeo per due anni consecutivi, nel 2009 e nel 2010, oltre ad aver festeggiato questa estate insieme a Peter Elzinga e Martin Damsbo il record delle 50 presenze nelle tappe di coppa del mondo.
Per l’atleta toscano in forza agli Arcieri Città di Pescia è un ritorno alla finale dopo due anni: l’ultima disputata è stata quella di Odense nel 2016, dove chiuse al 6° posto.
Insieme a lui ci saranno il n.2 del ranking e recordman mondiale Mike Schloesser, oro nella tappa di Medellin, bronzo ad Antalya e argento a Berlino; il n.1 del ranking Braden Gellenthien (Usa), vittorioso a Shanghai e già vincitore di due finali di coppa a Tokyo nel 2012 e a Roma nel 2017; il turco Evren Cagiran, 4° nel ranking mondiale vincente nella tappa di Berlino; lo slovacco Jozef Bosansky, n.23 del ranking qualificato grazie soprattutto ai piazzamenti ottenuti ad Antalya (5°) e a Berlino (7°); l’astro nascente del compound statunitense James Lutz, 5° nel ranking, vincitore della tappa di Antalya e successivamente, a soli 21 anni, oro ai Mondiali di ‘s-Hertogenbosch e, a chiudere, il padrone di casa Anton Bulaev, qualificato d’ufficio, n.8 del ranking e vincitore questa estate, nello splendido palcoscenico della Reggia di Caserta, dell’Universiade estiva.

LE FINALISTE DEL COMPOUND FEMMINILE
Sfumata nella tappa di Berlino la possibilità per Marcella Tonioli di qualificarsi per la finale di Mosca, queste saranno le atlete a scendere in campo in Russia: Alexis Ruiz (Usa), Sara Lopez (Col), Toja Ellison (Slo), Sophie Dodemont (Fra), Danelle Wntzel (Rsa), So Chaewon (Kor) e Natalia Avdeeva (Rus).

IL PROGRAMMA DELLA COMPETIZIONE
Questa sera, in diretta televisiva dalla Piazza Rossa, si svolgerà il sorteggio per comporre il tabellone degli scontri diretti. I primi e i secondi qualificati verranno inseriti nelle parti opposte del tabellone, mentre tutti gli altri match saranno casuali.
Domani, giovedì 5 settembre, gli azzurri potranno allenarsi direttamente sul campo di gara per quella che viene definita “familiarizzazione”.
Venerdì 6 scenderanno in campo gli atleti del compound. A partire dalle ore 13 si disputeranno i quarti di finale e a seguire le semifinali, la finale per il bronzo e la finale per l’oro. Alle ore 15,30 è prevista la sfida unica mixed team compound tra Russia (paese ospitante) e Stati Uniti (qualificati come miglior squadra in ranking). Nel pomeriggio, dalle ore 17, stesso programma ma riservato al compound maschile.
Sabato 7 settembre giornata conclusiva interamente dedicata all’arco olimpico. Anche in questo caso si parte dai quarti di finale, seguiti da semifinali e finali: dalle ore 13 le sfide al femminile e dalle ore 17 quelle del maschile. In questo caso la sfida mixed team delle ore 15,30 sarà tra Russia e Corea del Sud.
Tutte le sfide saranno trasmesse in diretta streaming sul canale youtube di World Archery. La competizione verrà trasmessa in Italia anche su Eurosport e, in sintesi, da Rai Sport.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (29505 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery