kyrgios
AFP/LaPresse

L’ATP multa Kyrgios e lo squalifica per 16 settimane: il tennista australiano ha però la possibilità di far annullare la doppia sanzione dopo 6 mesi di ‘buona condotta’

A Cincinnati ha spaccato due racchette, insultando l’arbitro in preda ad una crisi di rabbia perchè non gli era stato concesso di fare una pausa per andare al bagno. Qualche giorno dopo ha giudicato l’ATP corrotta, giusto per non farsi mancare nulla. Il comportamento di Nick Kyrgios ha superato il limite ed è stato punito: 25.000 dollari di multa e una squalifica di 16 mesi.

Peccato però, che l’ATP abbia anche concesso una scappatoia al tennista che potrebbe far annullare entrambe le sanzioni. Come? Attraverso la buona condotta. È stato concesso a Kyrgios un periodo di 6 mesi di prova nel quale dovrà comportarsi bene dovrà rivolgersi ad un mental coach per i tornei e ad uno psicologo per la gestione della rabbia. Se Kyrgios dovesse fare il ‘bravo tennista’ gli verranno annullate multa e squalifica. In fondo l’ATP lo sa: a Kyrgios va fatto capire che non può fare quello che vuole, ma è difficile rinunciare ad un tennista che con la sua sola, ‘pazza’, presenza fa vendere i biglietti a caro prezzo…

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android