Rome Beach Volley Finals, la coppia azzurra Rossi-Carambula fallisce l’assalto ai quarti di finale

I due atleti italiani, infatti, hanno dovuto fare i conti con l’efficacia dei cechi Perusic-Schweiner, uscendo sconfitti 2-0

Non basta lo spettacolo e il bel gioco a Enrico Rossi e Adrian Carambula per staccare il pass per i quarti di finale. I due atleti italiani, infatti, hanno dovuto fare i conti con l’efficacia dei cechi Perusic-Schweiner, uscendo sconfitti 2-0 (26-24, 21-11).

Rimane il bel gioco offerto dalla coppia italiana che, anche a discapito delle difficoltà derivate dallo stato influenzale che ha costretto Enrico Rossi a giocare sottotono per tutta la manifestazione, è stata capace di far infiammare il pubblico soprattutto in un primo parziale che, con un pizzico di fortuna in più, poteva essere portato a casa. Qui, infatti, i cechi erano riusciti a condurre prima della rimonta tricolore nella fase finale, che aveva riportato le due formazioni sulla situazione di parità (20-20). A quel punto, però, Rossi-Carambula non hanno concretizzato gli sforzi compiuti, non sfruttando i tre match point a disposizione e concedendo il parziale agli avversari (26-24).

Nel secondo, complice lo stato di forma di Rossi e complice ovviamente il livello altissimo del gioco offerto dall’attrezzatissima coppia ceca, sono stati Perusic-Schweiner a dettare i ritmi, allungando prima sul (14-7) e poi chiudendo avanti (21-11). Così come Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth, dunque, Rossi-Carambula hanno chiuso al nono posto complessivo l’atto conclusivo del circuito internazionale.

Enrico Rossi: “Peccato per il primo set perso ai vantaggi. Bastava poco, bastava una palla per cambiare le sorti di questo match. Ho la febbre alta, il mio corpo a un certo punto non rispondeva quasi più, non sentivo più le gambe. Ma ho provato comunque a dare il massimo per questo pubblico meraviglioso. Volevamo regalare loro un sogno, speriamo di esserci riusciti anche solo in parte”.

Adrian Carambula: “Dopo aver perso il primo set il nostro livello di gioco è calato. Non siamo più stati in gara né fisicamente né mentalmente. Il mio compagno è stato super, ha dato davvero tutto quello che aveva e io sono orgoglioso di poter giocare con lui. Il mio gioco è spettacolare? L’obiettivo è sempre vincere, ma vincere facendo divertire la gente vale di più e io provo sempre a regalare spettacolo. Ora ci riposiamo un po’ e ricarichiamo le pile per i prossimi obiettivi”.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE:

>> Per iOS

>> Per Android

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30840 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery