De Laurentiis
LaPresse

Il presidente del Napoli ha lanciato la sua stoccata sulla questione spogliatoi, sottolineando che avrebbe concluso i lavori in sole due settimane

La polemica relativa agli spogliatoi del San Paolo non accenna a placarsi, l’ultimo ad intervenire a gamba tesa è Aurelio De Laurentiis, noto per non avere peli sulla lingua quando si tratta di esprimere le proprie idee.

Intervenuto ad un evento, il numero uno del club azzurro ha attaccato: “non sono polemiche, ma lamentele che sto esternando da 15 anni. Da sempre facciamo la manutenzione dell’impianto o installiamo quello che ci viene richiesto: penso ai tornelli, che ci sono stati rimborsati, probabilmente solo in parte, 9 anni dopo rispetto a quando sono stati installati. In 15 giorni avrei rifatto gli spogliatoi, ma i lavori dipendono dagli Universiadi. Scudetto? Non dobbiamo illudere nessuno, ma è ovvio che ci puntiamo o non saremmo arrivati secondi per tanti anni. Un po’ le regole del calcio, che sono sbagliate, un po’ la sfortuna, un po’ altro ancora, ci hanno limitato”.