LaPresse/Riccardo Repet

Bebe Vio undicesima nella sciabola ai Mondiali di scherma paralimpica 2019: le parole positive della campionessa azzurra dopo la sua avventura nella nuova disciplina

Sono ufficialmente iniziato i Mondiali di scherma paralimpica 2019. Occhi puntatissimi su Bebe Vio, che in questa edizione della rassegna iridata ha voluto cimentarsi in una disciplina per lei nuova, la sciabola. La campionessa azzurra è stata sconfitta per una sola stoccata agli ottavi di finale ma l’Italia ha portato già a casa due medaglie, con Giordan e Pasquino, entrambi di bronzo. Undicesima invece nel finale Bebe Vio, che però parla con ottimismo di questa sua nuova avventura.

Ho avuto buone sensazioni e mi sono divertita un sacco, anche nella sconfitta. Ho “straperso” ma sono soddisfatta perchè secondo me la gara è andata benissimo. Anche al mio primo Mondiale di fioretto ho perso al primo assalto del tabellone ad eliminazione diretta. La sciabola è altra cosa rispetto al fioretto, ha tempi, azioni e strategie diverse. C’è da lavorare, ma per il momento penso a domani perchè è in programma la gara individuale di fioretto. Poi c’è anche soprattutto quella a squadre“, ha dichiarato Bebe Vio, che domani andrà a caccia del tris di ori nel fioretto dopo i successi di Eger 2015 e Roma 2017.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE