LaPresse

La tennista giapponese ha raccontato gli ultimi difficili mesi della sua vita, superati grazie all’aiuto di persone speciali

Due Slam ottenuti a distanza di pochi mesi, prima gli US Open e poi gli Australian Open per poi cadere in un vortice negativo che l’ha risucchiata senza pietà. Naomi Osaka solo adesso è riuscita a tirarsene fuori, trascorrendo parecchie settimane in balia di se stessa e ottenendo solo tredici vittorie in quasi un’intera stagione, pochissimo per un’atleta del suo calibro.

LaPresse

La giapponese ha voluto adesso tirare tutto fuori, raccontando la sua esperienza con una lettera pubblicata sui social: “gli ultimi mesi sono stati i peggiori della mia vita. Domani parto per Toronto ma prima dell’inizio della stagione su cemento voglio togliermi un peso di dosso. Gli ultimi mesi sono stati molto duri per me da un punto di vista tennistico, ma per fortuna sono circondata da persone che amo e che mi amano a loro volta. Sono veramente grata per questo, perché quando le cose non vanno bene tendo sempre ad incolpare me stessa al 100% e a chiudermi, ma queste persone mi hanno insegnato a fidarmi di loro e a non affrontare tutto da sola. Inaspettatamente nei mesi peggiori della mia vita ho vissuto anche i momenti migliori, perché ho avuto la possibilità di conoscere nuove persone e di fare tutte quelle cose che non avevo nemmeno pensato di fare prima. Posso dire con onestà che probabilmente non mi sono divertita a giocare a tennis dopo l’Australian Open, ma sto imparando a farlo di nuovo. Ho dato troppo peso ai risultati invece di imparare qualcosa da quelle partite. Con tutto questo tempo a disposizione per pensare, ho imparato tanto su me stessa e sento di essere cresciuta come persona“.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android