Lapresse

L’avvocato di Mauro Icardi fa chiarezza dopo la mossa del calciatore argentino di fare causa all’Inter

La notizia era nell’aria da tempo, ma in pochi credevano che Mauro Icardi sarebbe stato davvero capace di agire per vie legali contro la ‘sua’ Inter. Il calciatore argentino non ha accettato la decisione del club, e dell’allenatore, di escluderlo dal progetto e quindi ha deciso di fare causa all’Inter, chiedendo un risarcimento di 1.5 milioni di euro ed il reintegro.

Piero Cruciatti/LaPresse

Non è una questione economica. Quello che interessa a Icardi è essere parte integrante del progetto Inter. Vi pare possibile che in due mesi di preparazione non abbia partecipato a un’amichevole? La richiesta di risarcimento è una conseguenza necessaria dell’atto. E’ una formula obbligatoria. Non fa parte di un’iniziativa personale del giocatore. L’atto sarebbe stato incompleto, monco, senza la specifica di risarcimento del danno subito non inferiore al 20% del compenso annuo‘, ha spiegato a Sportmediaset Giuseppe Di Carlo, avvocato di Icardi.

Di Carlo ha aggiunto che in caso di trasferimento “ovviamente tutto rientrerebbe. Non ci sarebbero più le ragioni per procedere”.

SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE: 

>> Per iOS

>> Per Android