Mondiali calcio femminile – Il pallone dà, il pallone toglie: il post di Cristiana Girelli è commovente

AFP/LaPresse

Brucia ancora l’eliminazione dell’Italia dai Mondiali di calcio femminile: il post Instagram di Cristiana Girelli è un invito a tenere accesi i riflettori sul mondo del pallone in rosa, in grado di far emozionare come la controparte maschile

Il sogno dell’Italia ai Mondiali di calcio femminile si è fermato ai quarti di finale. L’Olanda, campione d’Europa in carica, si è dimostrata una squadra di livello superiore e ha meritato la vittoria, ottenuta con il punteggio di 0-2 ai danni delle azzurre. Fra una lacrima e l’altra, per sfogare tutte le emozioni di questi giorni e la tristezza per un sogno conclusosi nelle fasi più calde del torneo, le ragazze della CT Bertolini hanno affidato ai social i loro pensieri. Particolarmente toccante quello di Cristiana Girelli che, dopo aver metabolizzato la sconfitta, ha esternato tutte le sue emozioni chiedendo di tenere ancora accesi i riflettori sul calcio femminile:

Tutte le volte che scendi in campo,
tutte le volte che calpesti quell’ erba,
che senti quel profumo che ti fa sentire dannatamente viva,
speri sempre che vada come nel più bello dei sogni.
La bellezza del calcio, come quella dei sogni, forse è anche questa: non sai mai come va a finire.
Ci sono volte in cui il campo ti restituisce tutto quello che gli hai dato, e a volte, che sembra toglierti tutto.

Questo Mondiale l’ho sognato mille notti, desiderato, voluto e immaginato in ogni suo istante dalla sera di quel 8 giugno a Firenze.
Oggi, dopo una nottata insonne e gli occhi gonfi come canotti posso dire che questo Mondiale mi ha dato tanto, ci ha dato tanto,
e questa volta sento che il campo non ci ha tolto nulla.
Eravamo ad un passo da un qualcosa di molto grande, di unico ma nella fine di ieri, risiede forse l’inizio più bello per noi, per questo movimento, per tutte le persone che ci hanno sempre creduto e ci hanno sempre supportato e per quelle che hanno iniziato a farlo solo adesso.
Ed ora che il carro è diventato grande, saliteci e state con noi.
Perché le emozioni che abbiamo vissuto in questi giorni meritano di continuare ad essere vissute.
Perché insieme, siamo belli da morire.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (17923 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery