LaPresse/PA

I Raptors pronti a trattenere Kawhi Leonard ad ogni costo: oltre alle proposte della franchigia, il rapper Drake sta continuando la sua ‘opera di convincimento personale’

L’NBA sta attendendo con ansia la scelta di Kawhi Leonard, l’ultimo free agent di un certo livello (DeMarcus Cousins a parte, ma non sembra avere mercato!) a dover ancora decidere in quale franchigia accasarsi. Lakers e Clippers sembrano le destinazioni preferite, ma non è da escludere un rinnovo con i Toronto Raptors, trascinati qualche settimana fa al titolo NBA per la prima volta nella loro storia.

Kawhi Leonard è l’idolo della tifoseria Raptors, di Toronto e dell’intero Canada, una vera e propria superstar acclamata da tutta la nazione. I Raptors potrebbero inoltre offrirgli un contratto più remunerativo rispetto a qualsiasi altra franchigia: 190 milioni per 5 anni contro i 140 milioni per 4 anni della concorrezza. Oltre al lavoro della dirigenza dei Raptors però, c’è un’opera di convincimento parallela che il rapper Drake sta applicando personalmente sul giocatore ex Spurs.

Drake avrebbe festeggiato con ‘Kawow’ a Las Vegas insieme al resto della squadra, accompagnandolo personalmente a Toronto con il suo jet privato al ritorno, senza contare le celebrazioni per le vie della città canadese del 17 giugno, nelle quali il rapper non si è staccato un attimo dal talento di San Diego State. Basteranno le attenzioni di Drake per convincerlo a rinnovare?