Land Rover consegna le Discovery alla Polizia di Stato celebrando un rapporto trentennale

Ieri mattina, il Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli, ha ricevuto Daniele MaverPresidente Jaguar Land Rover Italia, per una stretta di mano che ha suggellato la trentennale esperienza di partnership commerciale.

A seguire, al Museo delle Auto della Polizia di Stato, si è tenuta la cerimonia di consegna della Land Rover Discovery, l’auto che proprio quest’anno ha compiuto trenta anni da quando, nel 1989, fu lanciata la prima versione, la Discovery 1.

Alla presenza del Prefetto Clara Vaccaro, Direttore Centrale per i Servizi Tecnico Logistici e della Gestione Patrimoniale e di Daniele MaverPresidente Jaguar Land Rover Italia, si è tenuta la cerimonia ufficiale per la consegna alla Polizia di Stato delle trenta Discovery in versione allestimento Ordine Pubblico che vanno ad aggiungersi alle altre vetture già in utilizzo ai Reparti Mobili di tutto il territorio nazionale.

E, proprio quasi trenta anni fa, è iniziato il rapporto tra Land Rover e Polizia di Stato grazie alla prima storica fornitura di 90 Defender, icona Land Rover per eccellenza.

DAVIDE_BARBARO

Diversi anni dopo, nel 2006 il parco auto della Polizia si è arricchito di un pezzo unico: una Land Rover Defender, in versione speciale, scoperta, senza tetto, con i colori d’istituto, destinata al trasferimento del tricolore per la Festa della Repubblica.

A settembre, il mito della Defender tornerà ad affascinare quando, al Salone di Francoforte, ci sarà il reveal mondiale della nuova straordinaria Defender.

Per ripercorrere questo storico sodalizio, nell’area antistante il Museo delle Auto della Polizia, sono stati esposti alcuni tra i più rappresentativi e “vissuti” modelli Land Rover acquistati nel tempo dall’Amministrazione di Pubblica Sicurezza.

La fornitura delle prime Discovery Serie 1 risale precisamente al 1997 e, da quel momento, è sempre proseguita per arrivare oggi al numero totale di 1027 di cui circa il 60% è ancora in servizio. La Polizia Italiana ha il più ampio parco di Discovery tra gli enti pubblici sul territorio.

Dal 2015 anche le Discovery Sport sono entrate a far parte dei mezzi della Polizia.

Oggi, con l’entrata in flotta della rivoluzionaria ultima edizione della Discovery 5, si scrive una nuova pagina di questa emozionante storia che, da sempre, continua a parlare di sicurezza: quella da garantire agli operatori di polizia in azione e quella per i cittadini al cui servizio la polizia lavora.

Tra gli esempi più significativi del virtuoso impiego della Discovery e degli altri fuoristrada Land Rover utilizzati dalla Polizia di Stato, si può fare riferimento alle circostanze in cui  tali mezzi hanno permesso agli operatori di polizia di prestare soccorso in occasione di eventi tragici che hanno colpito il nostro Paese; tra questi, il terremoto di Amatrice, la città devastata, circondata da altre località inaccessibili, che a causa dei detriti e delle rovine, non sarebbe stato possibile raggiungere  con mezzi normali.

La Discovery, sin dal suo lancio nel 1989, è stata e continua ad essere la vettura Land Rover sinonimo di avventura, capace di muoversi su terreni estremi, in ogni condizione e, negli anni, ha prestato la sua opera in diverse missioni umanitarie in tutto il mondo.

Le indubbie prestazioni, la versatilità inarrivabile della Discovery, unite alle migliori tecnologie assicura capacità di guida e standard di sicurezza ottimali consentendo agli operatori di Polizia di #essercisempree a Land Rover di esprimere, al più alto livello, l’essenza del brand Above & Beyond.

L’importante risultato di oltre 1100 vetture Land Rover fornite alla Polizia di Stato riflette l’alta specializzazione, la qualità e la versatilità dei veicoli Land Rover che hanno permesso al marchio inglese di eccellere in gare internazionali di fornitura particolarmente complesse e competitive.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE