photo4/Lapresse

Kimi Raikkonen tra consapevolezze presenti e incertezze future: le parole del finlandese dell’Alfa Romeo in conferenza stampa ad Hockenheim

Il circuito di Hockenheim è pronto per ospitare l’11° appuntamento della stagione 2019 di Formula 1. Occhi puntatissimi sulla Mercedes, regina indiscussa del Mondiale, che dovrà fare i conti con un Sebastian Vettel affamato di vittoria, in particolar modo davanti al suo pubblico.

photo4/Lapresse

Al fianco del tedesco della Ferrari, oggi in conferenza stampa, si è seduto il suo ex compagno di squadra, Kimi Raikkonen, che ha raccontato le sue sensazioni con l’Alfa Romeo e le differenze rispetto agli anni in Ferrari: “se guardiamo gli ultimi anni non sono stati i migliori per l’Alfa Romeo, anche l’anno scorso ci sono stati miglioramenti ma era un’incognita capire alla vigilia della stagione, ero certo di dover dare il massimo e poi capire quale sarebbe stato il risultato e finora a parte quelle 3 gare in cui non eravamo molto veloci siamo riusciti a riprenderci, c’è ancora una lunga strada da percorrere ma finora non è andata troppo male, dobbiamo cercare di andare più veloci. Abbiamo migliorato la macchina, quanto dipende da come la si può paragonare agli altri, noi ci paragoniamo alle macchine che ci sono più vicine e noi siamo piuttosto indietro rispetto ai nostri diretti concorrenti, ma ogni weekend cerchiamo di portare nuovi pezzi per migliorare, di solito funzionano molto bene e per un team piccolo come noi è importante perchè ci vuole un pochino più di tempo di solito per portare pezzi nuovi e siamo piuttosto contenti finora di come procedono le cose ma come ho detto c’è ancora tantissimo lavoro da fare per diventare più veloci per avvicinarci alla McLaren e gli altri concorrenti“, ha esordito il finlandese.

raikkonen
LaPresse

Credo che non ci siano grosse differenze, chiaramente gareggio un po’ più indietro ma se non si guarda a questo il quadro complessivo non è che sia cambiato più di tanto, è un team diverso ma ho lavorato con persone che ho ritrovato in passato, e la f1 non è cambiata poi così tanto, chiaramente ho un pochino più di tempo libero a disposizione ed è positivo per me, ma a parte questo non è che sia cambiato più di tanto rispetto alle scorse stagioni“, ha aggiunto Raikkone prima di aprire una piccola parentesi sul suo futuro: “chiudere carriera in Alfa? Non ne ho idea, abbiamo un contratto di 2 anni e poi vedremo cosa accadrà, non ho alcun programma per il momento, quindi non ho altro da aggiungere“.

raikkonen
photo4/Lapresse

Il finlandese ha infine aperto una parentesi sul suo ex compagno di squadra: “non siamo più nello stesso team ma non è che ci manchiamo più di tanto perchè ci vediamo ancora, chiaramente mi piaceva essere suo compagno, siamo andati molto bene ma eravamo amici già da prima ma la cosa non è cambiata, restiamo amici ancora ora, lui è un pilota molto veloce, è sempre andato bene ed è sempre stato molto sincero e le cose sono andate bene, è un tipo molto diretto e onesto“.