kyrgios
AFP/LaPresse

Nick Kyrgios fa il bello e il cattivo tempo nell’ATP di Washington: nella sfida contro Thai-Son Kwiatkowski passa dal “peggior servizio della mia vita” ad un ace pazzesco di seconda

Nick Kyrgios è una testa calda, ma non c’è torneo che rifiuterebbe la sua presenza. Il giovane tennista australiana si diverte e fa divertire, tanto quando decide di ‘essere in giornata’, con colpi straordinari e trick incredibili, quanto in quei momenti in cui proprio non ha voglia e ragala siparietti subito virali sui social. Per fortuna dell’ATP di Washington, per ora, Kyrgios si è fermato solo al primo caso. Nel match contro Thai-Son Kwiatkowski, il tennista aussie ha dimostrato quanto sia capace di passare da un estremo all’altro: prima un servizio scialbo contro la rete, definito “il peggiore della mia vita“; poi un ace di seconda a 218 km/h. Come si fa a non amarlo?