Delusione Italia, il tris al Belgio non basta per la semifinale: gli azzurri adesso sono appesi ad un filo

La Nazionale del ct Di Biagio supera 3-1 il Belgio e chiude a sei punti insieme a Polonia e Spagna, con quest’ultimi che si qualificano per differenza reti

La sconfitta con la Polonia brucia eccome, soprattutto dopo aver visto i risultati di questa sera. L’Italia stende il Belgio 3-1, la Spagna ne rifila addirittura cinque ai malcapitati polacchi che, chiudono addirittura terzi il Gruppo A dopo averlo comandato per due giornate.

Massimo Paolone/LaPresse

Una delusione enorme per l’Italia, costretta al secondo posto per differenza reti negli scontri diretti, un boccone amarissimo da mandare giù. La sconfitta di tre giorni fa pesa come un macigno sul futuro dell’Italia, appesa adesso ad un filo davvero sottile. Per passare il turno come migliora seconda molto dipenderà dalla sfida tra Francia e Romania, oltre a quella della Danimarca con la Serbia. Ma se in quest’ultimo caso decisiva sarà la differenza reti generale, nel primo invece basterà un pari a francesi e romeni per andare insieme a braccetto in semifinale. Difficile dunque che accada qualcosa di diverso, anche se sperare non costa nulla. Gli uomini del ct Di Biagio devono prendersela solo con se stessi, troppo brutta per essere vera la partita con la Polonia, costata tantissimo nell’economia dell’intero Europeo. Una battuta d’arresto dolorosissima, riscattata sì questa sera contro il Belgio, ma pur sempre decisiva ai fini del passaggio del turno.

Massimo Paolone/LaPresse

L’Italia chiude comunque il Girone A con un successo esaltante sul Belgio, firmato dai gol di Barella, Cutrone e Chiesa che tengono accesa ancora la speranza per gli azzurri. Servirà un miracolo per passare il turno, chissà che non si avveri davvero.