Mazzarri
Mazzarri - LaPresse/Fabio Ferrari

Walter Mazzarri alla ricerca di punti per l’Europa con il suo Torino nel derby contro la Juventus Campione d’Italia

E’ una bella settimana perché veniamo da una bella partita dove abbiamo fatto un grande risultato. Stiamo andando a fare un’altra partita di altissimo livello e questo ti dà tanta adrenalina. I ragazzi sono più maturi di qualche tempo fa nel gestire l’euforia, spero sia un salto di qualità definitivo. Domani spero faremo una partita al massimo delle nostre possibilità“. Fotografa così il momento del Torino il tecnico dei granata, Walter Mazzarri, alla vigilia del derby contro la Juventus, sfida determinante in casa Toro per la corsa a un posto Champions. “Domani incontriamo la prima in classifica. Ieri abbiamo visto in Barcellona-Liverpool vincere chi aveva un fuoriclasse in più. Ai miei ho detto: ‘Ragazzi quest’anno abbiamo affrontato le big e quando abbiamo fatto le cose per bene le abbiamo messe in difficoltà, dobbiamo dipendere quasi solo da noi, non siamo mai andati particolarmente in difficoltà con le grandi’. Domani affrontiamo la prima in classifica e dobbiamo farlo con maggior attenzione perché sono ancora più forti”. “Il derby è il derby, non a caso giocheranno Bonucci e Chiellini. Se giocano loro vuol dire che faranno la partita al massimo delle loro abilità –precisa il tecnico toscano che sull’assenza di Iago Falque precisa-. Dispiace molto, ma sono convinto che chi giocherà al suo posto lo sostituirà al meglio: è già successo più volte con altri giocatori“.

LaPresse/Francesca Soli

Grande protagonista atteso tra le file granata il ‘Gallo’ Belotti. “Andrea si comporta sempre da trascinatore, speriamo che aiuti anche i compagni a fare una bella partita, come fa sempre. L’importante resta la squadra“. Infine sulle celebrazioni di sabato per i 70 anni dalla tragedia di Superga.Era fondamentale che non si giocasse in quella data che non va toccata. Questa era la cosa più importante, si gioca domani e sabato ci concentriamo su questa ricorrenza che riguarda tutta l’Italia e non solo chi è di fede granata“. (Int/AdnKronos)