guida autonoma

Grazie alle auto a guida autonoma, il tempo passato in macchina diventerà funzionale ad altre attività come lavorare, leggere, studiare, dormire, guardare un film. Questo ci porterà a fare più chilometri e ad inquinare di più

Secondo un nuovo studio dell’Università del Michigan, i benefici derivanti dalle auto a guida autonoma indurranno probabilmente i proprietari di veicoli a guidare di più, quei chilometri aggiuntivi, però, potrebbero quasi completamente offuscare i potenziali benefici di risparmio energetico che l’automazione potrebbe fornire.

Nei prossimi anni, ci si aspetta un progressivo aumento delle auto a guida autonoma. questo produrrà significativi miglioramenti in ??termini di sicurezza e traffico. Inoltre, l’automazione consentirà agli occupanti di utilizzare in modo molto più produttivo il tempo impiegato per il viaggio.

Il rovescio della medaglia è che una maggiore efficienza del veicolo, minori consumi di carburante e di conseguenza minori emissioni, inducono gli automobilisti a percorrere chilometri extra, quei chilometri in più potrebbero così rendere inutile il risparmio di carburante. È un cambiamento comportamentale noto come effetto di rimbalzo.

Inoltre, come abbiamo già accennato, la possibilità di utilizzare il tempo all’interno dell’auto durante un trasferimento in modo più produttivo o per diletto probabilmente indurrà ancora più viaggi.
Solitamente il tempo trascorso a guidare è visto come un costo o uno spreco per il conducente. In un futuro prossimo diminuirà la percezione del tempo speso per il viaggio e questo, spiegano gli studiosi, probabilmente indurrà ancora più viaggi.
Il tempo passato in macchina diventerà quindi funzionale ad altre attività come lavorare, leggere, studiare, dormire, guardare un film.

La percezione del tempo ‘speso male‘ durante il viaggio sarà ridotta del 38%, con il rischio che, aumentando i chilometri percorsi, aumenti l’inquinamento dovuto alle emissioni.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE