Antetokounmpo
LaPresse/Reuters

Giannis Antetokounmpo non vuole allenarsi con altri top player per non sbandierare ai quattro venti i segreti del proprio gioco

Giannis Antetokounmpo migliora stagione dopo stagione. Il cestista greco sta viaggiando ad una media di 26 punti, 13 rimbalzi e 6 a partita, numeri che lo proiettano verso il titolo di MVP della regular season. Il tutto senza chiedere l’aiuto di nessuno… o quasi. Se è vero che in estate Antetokounmpo si è allenato con Kobe Bryant, è anche vero che lo ha fatto perchè il ‘Black Mamba’ non è più un giocatore in attività da qualche stagione. In caso contrario, Antetokounmpo avrebbe declinato l’invito, così come ha già fatto con Carmelo Anthony che gli aveva proposto di allenarsi insiema a lui, LeBron James, e Kevin Duran. Tre di poco conto insomma. Antetokounmpo però non ha voluto sentire ragioni. Il motivo? Lo spiega il diretto interessato: “non posso lavorare con loro in estate e poi giocarci contro dopo pochi mesi. Sembrerà strano, ma non mi sembra giusto. Non dico che sia una brutta esperienza, ed è bello che gli altri giocatori contemplino questa opzione, ma io non lo faccio e non voglio farlo in futuro. Mi sento come con LeBron e KD, dato che quest’ultimo lo ha fatto a LeBron. Potremmo sintetizzarla in ‘prendi molti dei suoi trucchi e usali contro di lui’. Ed è quello che non voglio che mi accada in futuro da un ragazzino”.