conferenza maldini

Paolo Maldini, direttore sviluppo strategico area sport del Milan, ha parlato dei sorteggi di Europa League andati in scena oggi, ma anche di Fair play finanziario

“Sorteggio positivo? Direi di sì. Abbiamo il Betis che penso ci darà parecchio fastidio, l’Olympiacos, e poi la novità della squadra lussemburghese (l’F91 Dudelange ndr), è sicuramente un girone alla nostra portata, il nostro obiettivo è andare il più avanti possibile nella competizione”. E’ il commento al sorteggio della fase a gironi dell’Europa League dei rossoneri di Paolo Maldini, direttore sviluppo strategico area sport del Milan. E sul rapporto con l’Uefa l’ex capitano rossonero, presente a Montecarlo per il sorteggio, ai microfoni di Sky Sport aggiunge: “L’Uefa credo abbia bisogno del Milan che è una parte importante dell’Uefa, ha scritto pagine determinanti per il successo delle due competizioni. Se il Milan si comporterà bene a livello finanziario non ci saranno problemi”. “In Europa League il trend negli ultimi anni 3-4 anni è cambiato, le squadre italiane hanno preso molto più seriamente questa competizione e la qualità nell’Europa League credo si sia elevata. A parte il primo girone la competizione poi diventa molto complicata e non si può far conto di arrivare in finale e vincere. Noi crediamo di poter competere per arrivare tra le prime 4 in campionato e fare un’ottima Europa League”, conclude Maldini. (Int/AdnKronos)