LaPresse/Photo4

L’ex campione del mondo di Formula 1 ha analizzato il Gran Premio di Spa, soffermandosi sulle dichiarazioni di Lewis Hamilton

Una gara dominata dalla Ferrari dall’inizio alla fine, una vittoria conquistata con merito da Sebastian Vettel sul circuito di Spa.

vettel hamilton f1
Photo by JOHN THYS / AFP

Il tedesco accorcia su Lewis Hamilton nella classifica piloti e si prepara al prossimo appuntamento di Monza, dove il team di Maranello sarà chiamato alla prova del 9 per ricucire ulteriormente il gap dalla Mercedes. Sulla gara in Belgio si è soffermato Jacques Villeneuve, che ha espresso il proprio punto di vista principalmente sulle dichiarazioni di Hamilton“pensava di avere almeno il ritmo di Vettel, perciò è deluso. Come si è fatto prendere al primo giro in partenza, gli fa male. Per 3 anni il trucchetto lo aveva la Mercedes… È brutto che parli un po’ così. La magia era il motore, il telaio, il pilota. Per tre anni la Mercedes era imbattibile, lottavano solo tra i compagni di squadra. Ora si svegliano la mattina e sanno di non avere più la macchina superiore agli altri e non riescono a capirlo. Raikkonen? Grande sfortuna, era partito bene, bella partenza. Poi gli è saltato addosso Ricciardo e non poteva farci niente”.

vettel
Photo4/LaPresse

Per quanto riguarda la gara di Vettel, Villeneuve sottolinea: “vittoria importantissima. Nelle ultime gare si è visto quanto era superiore la Ferrari, perciò era fondamentale prendere questi punti. È stato forte e aggressivo al primo giro, Ocon poteva prendere la testa, ma non ne ha avuto il coraggio. Seb non ha visto Ocon arrivare, pensava solo a Lewis. Vettel ha preso la leadership prima della Safety Car, sennò doveva accodarsi dietro Hamilton. Il grazie ai motoristi via radio? Ha visto come andava il motore. In partenza è rimasto giù tutto a Eau Rouge e ha preso una bella scia. Uno dei momenti chiave è stato il pit stop, aveva tre secondi di vantaggio e nel secondo settore Hamilton è stato rallentato da Verstappen. Vettel l’ha vinta sul primo giro in partenza, perché poi se si guarda la rimonta di Bottas non è impressionante”.