Mohamed Lahyani arbitro US Open Kyrgios
LaPresse / AFP PHOTO / Glyn KIRK

Gli US Open hanno rilasciato un comunicato ufficiale al fine di fare chiarezza su quanto successo fra Nick Kyrgios e l’arbitro Mohamed Lahyani, accusato di coaching

Episodio incredibile accaduto durante il match degli US Open fra Kyrgios ed Herbert. Mentre il tennista australiano era seduto sulla sedia durante una pausa, intento a fare i suoi soliti ‘capricci’, l’arbitro è sceso dalla sedia andando a parlare con Kyrgios, quasi ‘incoraggiandolo’ a fare di meglio. Nick è poi rientrato in campo con una verve diversa, dominando e vincendo il match. La questione è degenerata in un’aspra polemica. Gli US Open sono stati costretti a rilasciare un comunicato ufficiale nel quale hanno spiegato il motivo del gesto dell’arbitro:

dopo il terzo game del secondo set del match Kyrgios-Herbert giocato sul Camp0 17, con Kyrgios sotto 0-3, il giudice di sedia Mohamed Lahyani ha lasciato la sua sedia per controllare le condizioni fisiche di Nick Kyrgios. È sceso dalla sedia perché il livello del rumore nello Stadio durante il cambio non gli permetteva effettivamente di comunicare con Kyrgios.

Lahyani si stava assicurando se Kyrgios avesse bisogno di un consulto medico. Lahyani ha chiesto a Kyrgios se si sentisse male, in modo tale che il torneo potesse provvedere a fornirgli assistenza medica. L’arbitro ha anche informato Kyrgios che la sua mancanza di interesse verso il match dovesse continuare, in qualità di arbitro, sarebbe stato costretto a prendere provvedimenti. Lui ha poi continuato a consigliare a Kyrgios la possibilità di ricevere cure mediche. Al cambio successivo Kyrgios, sotto 1-4, ha ricevuto un trattamento dal fisioterapista”.