Nibali Tour de France

Nibali, dopo il ritiro forzato dal Tour de France cambiano i programmi per la seconda parte della stagione: in Spagna per vincere la Vuelta, inizia tra poco più di un mese

La caduta di Vincenzo Nibali sull’Alpe d’Huez e il ritiro da un Tour de France che avrebbe lottato per vincere fino alla fine con Froome e Dumoulin cambia il programma dello Squalo per la parte finale della stagione. Nibali dopo il Tour avrebbe dovuto riposare e andare alla Vuelta di Spagna soltanto per allenarsi in vista del durissimo Mondiali di Innsbruck che è il suo grande sogno stagionale. Lo Squalo dello Stretto, infatti, sogna di indossare la maglia iridata suggellando così una carriera straordinaria: la prova di Innsbruck in programma per il 30 Settembre è durissima, forse la più dura della storia, con 5.000 metri di dislivello in 260 chilometri di corsa, su un circuito pazzesco con tante salite e rampe che arrivano al 24% prima della picchiata finale verso il traguardo.

Nibali sarà il capitano della Nazionale, ma intanto adesso lo Squalo dovrà anticipare il periodo di riposo in programma dopo il Tour de France, e alla Vuelta di Spagna ci andrà con l’obiettivo di fare risultato. Adesso dovrà indossare un busto e rimanere due settimane a riposo, poi potrà ricominciare ad allenarsi in vista della Vuelta. Senza Froome e Dumoulin, gli avversari più importanti potrebbero essere Fabio Aru, Miguel Angel Lopez, Thibaut Pinot (che però non ha ancora deciso se parteciperà o meno) e forse Rigoberto Uran fresco del ritiro dal Tour dopo la caduta sul pavè della tappa di Roubaix. Con Elia Viviani e Davide Formolo, sarà una Vuelta molto italiana. In programma ci sono 9 arrivi in salita e due sole cronometro per 40km complessivi (8 nel prologo del 25 Agosto, 32 in una tappa della terza settimana) che viste le caratteristiche degli avversari, tutti scalatori puri, potrebbero rivelarsi favorevoli allo Squalo. Già proiettato verso un autunno da protagonista.