Fabio Ferrari/LaPresse

Mondiali Russia 2018, Francia vittoriosa al termine di una gara ricca di pathos decisa dal talento degli uomini di Deschamps: Pogba e Mbappè eroi nazionali

La Francia è campione del mondo. Vent’anni dopo il successo casalingo del ’98, i Galletti tornano sul tetto del mondo a Russia 2018. I paragoni in terra francese già si sprecano. Dai talenti vintage Zidane, Desailly, Barthez, Blanc e Djorkaeff, ai nuovi eroi acclamati da un paese intero. Sontuoso il Mondiale di Mbappè e Pogba, così come quello di Varane, Griezmann ed Umtiti. Due Nazionali diverse, con un punto in comune che ha un nome ed un cognome: Didier Deschamps. Padrone del centrocampo nel ’98, allenatore tanto criticato ma concreto e vincente in questa cavalcata trionfale in Russia. Una finale quella contro la Croazia, davvero incredibile, è successo un po’ di tutto in quel di Mosca. Il primo tempo è stato alquanto assurdo, con ci croati dominatori del gioco ed i francesi però in vantaggio per 2-1.

Fabio Ferrari/LaPresse

Nella ripresa tra invasioni di campo ed alta tensione, hanno iniziato a brillare le stelle di Pogba e Mbappè, autori di due reti fantastiche che hanno di fatto indirizzato l’incontro, prima della gaffe di Lloris che ha regalato il 4-2 a Mandzukic. Il forcing finale croato non ha portato i frutti sperati, con i ragazzi di Dalic distrutti ed “ingiustamente” in lacrime a fine partita. Dopo la scarica d’adrenalina odierna, si renderanno di certo conto d’aver compiuto un miracolo ed aver reso orgogliosa una nazione intera, le lacrime lasceranno spazio alla soddisfazione per quanto fatto in Russia. Tornando alla Francia, ai piedi della Tour Eiffel la festa è già iniziata e durerà di certo per tutta la notte. Onore ai tifosi croati che hanno continuato a cantare allo stadio Lužniki sino al 94′ minuto.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE