Le verità di Marat Safin: “ecco chi sono il più geniale, il più pazzo e il più scorretto della storia del tennis. E su Tomic…”

L’ex tennista Marat Safin ha svelato dei dettagli sulla natura di alcuni tennisti famosi

Nel corso di un’intervista simpatica e originale, l’ex tennista russo Marat Safin ha svelato alcuni dettagli sulla personalità di diversi tennisti. In termini di genialità e originalità nel gioco ad esempio, Safin ha indicato il nome di Roger Federer: “è stato il più difficile da battere, mi ha fatto, mi ha fatto correre per tutto il campo. Oggi non c’è nessuno veramente nuovo nel tennis. E se ce n’è uno nuovo, non è abbastanza forte. Non hanno uno stile, cercano di colpire il più forte possibile… Berdych, Dimitrov, tutta questa generazione, è sempre lo stesso gioco, a volte non sai chi è chi. Djokovic, Wawrinka, è lo stesso stile. Cosa sta cambiando? Niente. Federer è arrivato con lo slice, va rapido a rete e gioca con la tua testa. Dicono tutti di avere il suo livello ma nessuno può raggiungerlo“.

Il più divertente: “Michael Llodra! Ha la mia età, ci conosciamo bene. È stato difficile giocare contro di lui perché mi concentravo sulla sua personalità. Sembrava un gioco: ero serio in campo ma cadevo sempre nella distrazione”.

Il più pazzo: “Goran Ivanisevic. Poteva urlare in qualsiasi momento… più di me (sorride). Era uno dei giocatori più talentuosi, ma uno dei più deboli a livello mentale. Non mi ha mai battuto comunque. Beh, per la follia, c’è anche John McEnroe… ha cinquantanove anni ma continua a battere tutti i giovani oggi. In effetti, penso che John annienti tutti”

Il più scorretto: “John McEnroe, Vitas Gerulaitis, Guillermo Vilas. Menziono solo gli ex giocatori perché oggi è diverso. Quando inizi a parlare male a un avversario, comincia a piangere e chiama l’arbitro. Sono diventati troppo morbidi, troppo gentili uno con l’altro. In ogni caso, se ti batto psicologicamente prima della partita, due minuti prima di andare in campo, ho più possibilità di vincere nella partita. Ma oggi tutti si comportano super bene, come le persone borghesi“.

Il party animal: “Bernard Tomic! Penso che detenga tutti i record… da quello che ho sentito comunque. Festa o tennis? È festa, festa, festa… poi il tennis”.