LaPresse/Photo4

Il numero uno di Liberty Media ha messo le cose in chiaro, sottolineando come si lavorerà nei prossimi mesi per trovare i giusti compromessi per la Formula 1 del futuro

LaPresse/Photo4

Le trattative per la Formula 1 del futuro non sono ancora entrate nel vivo, ma Chase Carey è già al lavoro per analizzare le richieste dei team e farle coincidere con quelle di Liberty Media. Il 2021 è ancora lontano, tempo per le discussioni e per gli incontri ce ne sarà, anche se andranno trovati i giusti compromessi per far sì che tutte le parti coinvolte siano soddisfatte e felici di portare avanti il proprio rapporto. Sulla questione è intervenuto lo stesso Carey, auspicando una collaborazione tra scuderie e vertici federali: “tutti credono nell’ampia visione di base che abbiamo, ma ovviamente ci saranno sempre punti di vista differenti sul come raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti. Dobbiamo lavorare per cercare i giusti compromessi tra i partner e le squadre. La Formula 1 non è poi così diversa da qualsiasi altra attività o entità in cui ci sono tante parti in causa.

LaPresse/PA

Riteniamo di avere dei punti fermi verso i quali vogliamo andare, che sono quelli di rendere le gare più appassionanti possibile, migliorare la competizione e rendere il business più redditizio per chi è impegnato in pista. Credo che su questi punti siamo tutti d’accordo, non ci sono discussioni sugli obiettivi. Le divergenze emergono quando si entra nei casi specifici, e sappiamo che è in questa fase che servirà trovare un giusto compromesso, ma partendo da una visione condivisa da tutti credo che riusciremo a mediare una soluzione buona per tutte le parti in causa. Credo molto che i traguardi finali che ci siamo posti aiuteranno tutti, ma nessuno otterrà tutto ciò che desidera, perché è così che funziona il mondo. Ma ribadisco che ci sarà per tutti un passo avanti, sia per chi scende in pista che per gli appassionati che amano questo sport”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE