LaPresse/Photo4

Il pilota della Sauber-Alfa Romeo ha ignorato le bandiere gialle durante la Q1, ricevendo così 5 posizioni di penalità sulla griglia e tolti 3 punti sulla licenza

Non cambia niente ai fini della griglia, ma Marcus Ericsson è stato penalizzato di cinque posizioni per aver ignorate le bandiere gialle durante la Q1 delle qualifiche di Shanghai. Il pilota della Sauber-Alfa Romeo, impegnato in un giro veloce, ha ignorato la segnalazione dei commissari di pista, non rallentando in prossimità del testa-coda del suo compagno di squadra. Convocato dalla Direzione Gara dopo le Qualifiche, Ericsson ha espresso il proprio punto di vista, senza però evitare la sanzione. Oltre alle cinque posizioni di penalità, allo svedese sono stati tolti tre punti sulla licenza. Questo il comunicato della FIA:

“I commissari hanno ascoltato Marcus Ericsson, pilota della vettura 9, e il rappresentante della sua squadra, con cui hanno esaminato i video che mostravano chiaramente che il pilota ha cercato di realizzare un tempo pur transitando per un settore con doppia bandiera gialla, contrariamente ai requisiti stabiliti per l’evento dal direttore di gara e quindi in violazione dell’articolo 12.1.1.i”.