Scacchi – Ad Erba il Trofeo Scacchi Scuola per l’anno scolastico 2017-2018

Si terrà giovedì 12 aprile a Erba, nell’ente fieristico Lariofiere, la finale regionale lombarda del Trofeo Scacchi Scuola, ovvero i campionati studenteschi di scacchi (anno scolastico 2017-2018)

Un evento per le scuole primarie (elementari) e secondarie di primo e secondo grado (medie e licei). E’ organizzato dalla Federazione scacchistica italiana (disciplina sportiva del CONI), Comitato regionale lombardo e Miur Ufficio scolastico per la Lombardia. In collaborazione con Gruppo Sportivo Istituto San Vincenzo e Scacchistica Cerianese di Ceriano Laghetto (Mb). Il giorno prima, mercoledì 11 aprile, dalle 17.30 alle 19, nella sede dell’Istituto San Vincenzo in via Garibaldi a Erba, si terrà il convegno “Una buona mossa, strategie e tattiche degli scacchi per crescere nella vita”. Un momento di confronto e riflessione sul ruolo formativo e pedagogico del gioco degli scacchi, anche strumento per combattere il bullismo, il disagio giovanile e la crescente dispersione scolastica. Il 15 marzo 2012 il Parlamento Europeo ha approvato la “Dichiarazione Scritta 50/2011” – presentata a norma dell’articolo 123 del regolamento – nella quale si invitano formalmente le Nazioni che fanno parte dell’Unione Europea ad inserire gli Scacchi tra le materie curriculari della Scuola. I Parlamentari Europei hanno quindi riconosciuto gli aspetti profondamente culturali degli Scacchi, che ne fanno, al di là del lato agonistico e tecnico, qualcosa di più di un semplice gioco e di uno sport, grazie anche e soprattutto ai molteplici legami con la letteratura, la pittura, il teatro, il cinema, l’informatica, la musica, e molte altre materie e discipline. Inoltre, come hanno ampiamente dimostrato numerosi studi scientifici, gli Scacchi sono ricchi di elementi educativi, formativi e riabilitativi che favoriscono la crescita dei giovani e si sono rivelati particolarmente utili per risolvere situazioni di disagio scolastico, bullismo, deficit cognitivi e favorire l’inserimento in un gruppo di portatori di handicap.