NBA – Solidarietà fra colleghi, Carlisle difende Walton: “LaVar Ball? Una disgrazia! E su ESPN…”

SportFair

Dopo la recente intervista nella quale LaVar Ball ha sparato a zero su coach Walton, l’allenatore dei Mavs, Carlisle, ha difeso il collega ‘bacchettando’ anche ESPN

In una recente intervista pubblicata da ESPN, LaVar Ball ha rivolto l’ennesimo attacco a coach Luke Walton. Il padre di Lonzo ha dichiarato che il giovane coach dei Lakers non ha più il controllo della squadra e non sia in grado di allenarla nemmeno con l’arrivo di superstar del calibro di Paul George o LeBron James. Notizia che non ha fatto altro che aggiungere problemi alla già complicata situazione dei Lakers. L’head coach dei Mavs, Rick Carlisle, ha voluto esprimere la sua solidarietà verso il collega, bacchettando il comportamento di LaVar Ball e della stessa ESPN:

“come Presidente dell’Associazione Allenatori, considero il recente articolo di ESPN come una disgrazia” ha detto Carlisle in un’intervista rilasciata al Forth Worth Star-Telegram. “Luke Walton è un formidabile giovane allenatore, che sta portando avanti una squadra giovane che è un compito difficilissimo. Se non credete che sia così basta vedere quello che stiamo attraversando adesso e che abbiamo attraversato lo scorso anno noi a Dallas. ESPN è un partner NBA e uno dei più grandi: gli allenatori fanno un sacco di cose per aiutarli con l’accessibilità, le interviste e tutti questi tipi di cose. In cambio di ciò però, dovrebbero sostenere gli allenatori. Rendere pubblico un articolo in cui il padre di un giocatore NBA ha un’opinione che è un totale e inopportuno atto di sfiducia, erode la fiducia che abbiamo costruito con ESPN. I nostri allenatori sono sconvolti perché Luke Walton non lo merita. Due anni fa, Walton ha preso una squadra di veterani e li ha portati a 24 vittorie di fila, il che è un risultato straordinario. Al di là di questo, ha guadagnato il lavoro in una franchigia importante come i Lakers e che adesso debba affrontare questo tipo di insulti ignoranti è deplorevole “.