LaPresse/ Erich Spiess

Prima vittoria in stagione dello sci alpino azzurro. Successo griffato Dominik Paris che trionfa in discesa libera sulla Stelvio e sale sul podio di una gara di Coppa del mondo per la 21a volta in carriera. Seconda squillo a Bormio per l’azzuro che questa volta non ha dovuto dividere il primo posto con Hannes Reichelt come nel 2012, ma si è imposto per soli 4 centesimi su Aksel Lund Svindal con il tempo di 1:56.95. Paris sale così a nove vittorie in cdm di cui otto in discesa libera. Le dichiarazioni degli azzurri dopo la discesa libera di Bormio vinta da Dominik Paris.

Peter Fill: “Sicuramente non sono soddisfatto della gara, mi aspettavo qualcosa di più dopo le prove. Non so spiegarmi il ritardo perché non ho sciato male. Le condizioni della neve sono cambiate e non sono riuscito ad adattarmi. Finalmente è arrivata una vittoria per l’Italia, ce la meritiamo e ci darà una spinta per continuare così“.

Dominik Paris: “Felice per la vittoria su una dei tracciati che preferisco: sulla Stelvio bisogna sempre spingere e prendersi dei rischi. Condizioni della pista buone, sono contento di quello che ho fatto. Quattro centesimi su Svindal sono pochi, ma sono tantissimi in termini di risultato. Battere i norvegesi è sempre difficile perché sono veloci e continuano a crescere. Nell’ultima parte della pista ho fatto la differenza. La neve era diversa dalle prove, peccato per i piazzamenti dei miei compagni. Venerdì mi divertirò nello slalom. Olimpiadi? Manca ancora molto, spero di confermare questo stato di forma“.