Il futuro di Daniel Ricciardo rimane abbastanza nebuloso, il contratto in scadenza con la Red Bull al termine della prossima stagione non è ancora stato rinnovato e le ipotesi sulla sua prossima destinazione si sprecano. Il pilota australiano non ha ancora deciso dove proseguire la sua carriera, ma un piccolo dettaglio sembra avercelo dato. Il driver di origini italiane, infatti, si è regalato una costosissima

Vi siete mai chiesti quanto duri in media una partita di League of Legends? E quanto è durata, secondo voi, quella più lunga?

Ogni giovedì Riot Games, la società sviluppatrice e produttrice di League of Legends, risponde alle domande dei fan in una rubrica chiamata “Chiedi a Riot“. Questa settimana il team di Riot ha ricevuto una domanda molto interessante: “Di recente ho giocato una partita incredibilmente lunga (è durata più di un’ora). Ora sono curiosissimo di sapere: qual è stata la partita più lunga nella storia di LoL?” Di solito, una partita di League of Legends dura tra i 30 e i 45 minuti. Riot informa i fan che, per quanto riguarda l’eSport, la partita più lunga di sempre è stata giocata nel 2013 fra gli Hong Kong Attitude e gli AHQ e-Sports Club ed è durata più di 90 minuti! Precisamente, 91 minuti e 23 secondi. Mentre la partita tra Fnatic e OMG ai Mondiali del 2014 è durata per quasi 72 minuti.

Credit to: leagueoflegends.com

Per quanto riguarda invece partite giocate non a livello competitivo, quella più lunga di sempre è stata giocata in Oceania solo meno di due settimane fa: 2 ore, 42 minuti e 28 secondi. Al secondo posto troviamo invece una partita giocata in Nord America durata poco meno di due ore, ossia, 1 ora, 56 minuti e 59 secondi.

Questa settimana i fan hanno anche chiesto che lingua parlasse Yasuo, descritta dai creatori come “antico dialetto di Iona”, durante l’uso delle sue abilità:

 Il co-autore di Yasuo, ManWolfAxeBoss, ha vissuto in Giappone e parla giapponese fluentemente, perciò gli abbiamo chiesto di scrivere le battute che Yasuo avrebbe gridato durante i momenti più intensi, che evocassero la forza e l’emozione di un film di samurai, ma che non contenessero alcuna vera parola giapponese (un esempio tipico delle sfide divertenti e assurde che affrontiamo quando scriviamo per League of Legends). Considerando quanto è diventato leggendario l’urlo “hasegi!” all’interno della community di LoL, penso che abbia fatto un lavoro eccezionale. Alcune cose non vengono mai a noia!

L’altra domanda di questa settimana riguardava il calcolo dei danni adattivi in League of Legends:

I danni adattivi si basano sull’acquisto di oggetti, in maniera simile a come fanno l’attacco fisico e il potere magico adattivi. Se i vostri oggetti vi danno più attacco fisico che potere magico, i danni adattivi saranno fisici. Se accade il contrario, allora i danni adattivi saranno magici.

In caso le due statistiche si equivalgano, ogni campione ha un’impostazione standard che seguirà in base a ciò che solitamente quello stesso campione preferisce usare.