LaPresse/Photo4

Sebastian Vettel è tornato a parlare dell’incidente con Stroll, attribuendo la responsabilità del crash al pilota della Williams

Sospiro di sollievo in casa Ferrari dopo le analisi svolte sul cambio della monoposto di Sebastian Vettel. Il tremendo botto avvenuto nel giro d’onore del Gp della Malesia con Lance Stroll non ha danneggiato la trasmissione della macchina numero 5, permettendo al team di Maranello di non subire la penalità di cinque posizioni in griglia previste per l’eventuale sostituzione.

LaPresse/Photo4

Un crash su cui Vettel è tornato a parlare, attribuendo la responsabilità dell’accaduto al pilota canadese: “abbiamo una macchina che può vincere dovunque – le parole di Vettel ad Auto Motor Und Sport – siamo anche più veloci della Mercedes, ma se Raikkonen non parte e io scatto dall’ultima fila non possiamo di sicuro sfruttare tutta questa velocità. Abbiamo controllato la macchina dopo l’urto con Stroll, è tutto ok. Sarebbe stato un problema doverlo cambiare e mi avrebbe seccato anche per come è successo l’incidenteStavamo entrambi andando piano, io l’ho passato all’esterno, ma lui si è spostato perché voleva prendere della gomma. Ma quando fai un movimento del genere devi vedere chi hai intorno a te”.