LaPresse/Belen Sivori

Le sensazioni di Daniel Hackett nella giornata di riposo alla vigilia della sfida contro la Germania valida per il quarto match del girone B dell’EuroBasket 2017

Giornata di riposo oggi per gli azzurri del basket a Tel Aviv, dopo la sconfitta di ieri contro la Lituania. I ragazzi di coach Messina ricaricano le energie, lavorando sugli errori commessi nelle sfide di questi giorni, in vista dei match contro Germania e Georgia. Due partite toste e importantissime, data la classifica corta del girone B, per il passaggio del turno ma anche il piazzamento all’interno del girone e il conseguente accoppiamento per gli ottavi di finale a Istanbul.

LaPresse/Belen Sivori

Con i piedi ben piantati per terra Daniel Hackett: “non sono del tutto soddisfatto perché ancora non ci siamo qualificati per Istanbul. Siamo nel bel mezzo di mille battaglie sportive e non ci sono gare facili, basta guardare cosa hanno fatto Ucraina e Israele nell’ultimo turno, quando tutti le davano per spacciate. Le prossime due partite saranno fondamentali per noi. Contro la Germania ci aspetta una partita dura in quella che per noi è una super classica. Li abbiamo già visti a Berlino e ci conosciamo bene. Sarà una partita da interpretare al meglio perché loro hanno fisicità e un giocatore, Schröder, dai mezzi atletici e dal talento soprannaturali”.