LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

L’ex attaccante del Milan Shevchenko analizza il momento del Milan: applausi a Montella, closing e Berlusconi

LaPresse/Xinhua
LaPresse/Xinhua

Shevchenko, cuore Milan – Passione rossonera intatta, nonostante gli scarpini al chiodo appesi ormai da anni. Andriy Shevchenko, tra i più forti attaccanti della storia del Milan e oggi CT della Nazionale Ucraina, analizza il momento della sua ex squadra complimentandosi con Montella. “Vincenzo è stato un grande centravanti e ora è un grande allenatore, oltre che un grande uomo. Secondo me sta facendo qualcosa di eccezionale perché ha costruito un gruppo unito e gli ha dato un bel gioco. Con lui il Milan è tornato su ottimi livelli anche se gli manca ancora qualcosa per vincere”.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto
LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Shevchenko, cuore Milan – Nel corso dell’intervista rilasciata al Corriere dello Sport , Shevchenko parla poi del closing ormai imminente e fa un pronostico sulla Champions: “Passaggio di proprietà? Di certo a breve qualcosa succederà, ma Berlusconi rimarrà comunque il più grande presidente della storia del Milan. Se sento alcuni ex compagni? Sì, sono in contatto con molti di loro e con Ancelotti. che rimane un grande allenatore, un punto di riferimento per chi fa questo lavoro. Vincerà pure con il Bayern Monaco anche se qualcuno lo critica”.

Shevchenko, cuore Milan –Se il Bayern può vincere la Champions con la terza squadra diversa? Ci sono 6-7 club che hanno possibilità di riuscirci, compresa la Juventus che rispetto allo scorso anno è cresciuta sia come qualità sia come profondità della rosa. Quando hai alternative di spessore puoi utilizzare il turnover con meno preoccupazioni e tenere il livello delle prestazioni alto”, il pronostico di Shevchenko. Che poi non nasconde un desiderio… rossonero: “allenare il Milan? Adesso sono concentrato solo sull’Ucraina, in futuro vedremo. Di certo il Milan resterà sempre nel mio cuore”.