Clamorose dichiarazioni di Sandro Mazzola: “Herrera ci drogava? Sì. Io via dell’Inter perché Moggi era il consigliere di Moratti”

small_110214-200413_to050210spo_075Inter, confessioni shock Mazzola – “Luciano Moggi? Un genio. Ruppi con Massimo Moratti perché mi ero accorto che Moggi era diventato il suo consigliere: gli dava dritte interessate sui calciatori da prendere, gli faceva credere che sarebbe venuto all’Inter, dichiarazioni clamorose quelle di Sandro Mazzola. L’ex bandiera dell’Inter si confessa in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera rivela verità clamorose. “Mio fratello Ferruccio denunciò che Herrera vi drogava e io all’epoca ne presi le distanze? È vero. Ci dava una pastiglietta, che noi sputavamo. Così cominciò a scioglierla nel caffè. Non ne sentivo alcun bisogno, ma erano pratiche correnti nel calcio dell’epoca. Ferruccio aveva motivi di rivalsa nei confronti dell’Inter. Prima che morisse ci siamo riconciliati, ridendone. Il vero doping del Mago era psicologico”.

LaPresse/Spada
LaPresse/Spada

Inter, confessioni shock Mazzola – Ma le confessioni di Mazzola vanno oltre, l’ex Inter confessa di aver combinato una partita in Nazionale: “il pareggio con l’Uruguay al Mondiali del 70 fu combinato? Sì. Noi avevamo battuto la Svezia, con una ciabattata di Domenghini, come scrisse Brera; loro avevano sconfitto Israele; con il pareggio eravamo tutti qualificati. Venne il loro capitano a dirmi: “Hombre, hoy nosotros empatamos”. Avvertii gli altri: con l’altura, fu un sollievo per tutti, a parte Bertini, che voleva sempre vincere, anche le partitelle. Cominciò a correre e a picchiare come un matto. Gli uruguagi erano furibondi: “Este hombre está loco”, le confessioni di Mazzola. Destinate a far discutere e non poco.