LaPresse/Photo4

Interrogato sul caso sospensioni idrauliche, Aldo Costa ha sottolineato che solo la Ferrari ha chiesto chiarimenti alla FIA

Quella che a molti sembrava un vittoria netta della Ferrari potrebbe trasformarsi in una dolorosa sconfitta. Stiamo parlando del divieto del sistema idraulico della sospensione anteriore utilizzato da Mercedes e Red Bull, inizialmente abolito dalla Fia dopo la richiesta di chiarimenti del team di Maranello, e adesso messo in stand-by dopo il meeting di Ginevra.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

La decisione di Charlie Whiting circa la liceità dell’innovativo sistema dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, ma Aldo Costa non sembra nutrire particolari preoccupazioni. Interrogato sul caso sospensioni idrauliche, il responsabile del Progetto e Sviluppo e direttore tecnico ad interim della Mercedes ha fugato tutti i dubbi: “per quanto concerne la polemica sulle sospensioni, posso dire che dall’anno scorso non è cambiato nulla. Quello che prima era legale lo è anche quest’anno. Solo una squadra ha chiesto alla FIA chiarimenti. C’è stata una discussione nel corso della riunione tra tecnici e FIA e si sta cercando di chiarire ulteriormente quella parte di regolamento per alcuni dubbi che un team ha avuto. Per noi va tutto bene e siamo d’accordo sui chiarimenti ulteriori che la FIA vuole apportare”. Sugli obiettivi per la prossima stagione, Aldo Costa sottolinea: “credo sia difficile dire con esattezza cosa aspettarsi dalla prossima stagione. Credo che i top team faranno un lavoro migliore rispetto ai piccoli quindi non ci sarà un reale avvicinamento tra tutte le squadre.

LaPresse/PA
LaPresse/PA

Abbiamo bisogno di capire tante cose, anche in fase di sorpasso, queste auto sono totalmente diverse dal punto di vista aerodinamico. Sappiamo che l’effetto DRS diminuirà quindi la FIA probabilmente dovrà vagliare l’ipotesi di aumentare la distanza minima per l’attivazione. Le vetture saranno molto più veloci e più belle”.